18 maggio 2016

The Master - I 5 migliori film diretti da Martin Scorsese

Di Alfredo Di Domenico

«Vivendo nella Little Italy di Manhattan potevi scegliere fra diventare gangster o prete. Io scelsi la via religiosa, ma finii per diventare un regista.»
Martin Scorsese è senza dubbio uno dei maggiori esponenti della New Hollywood, ed è considerato uno dei più importanti registi della Storia del Cinema. Temi centrali dei suoi film sono la violenza istintiva dell'uomo, la colpa, il peccato e la religione. Il suo stile è spesso caratterizzato da sequenze virtuosistiche e violenza iperrealista.


Rilevanti i sodalizi artistici con Daniel Day-Lewis, Harvey Keitel, Joe Pesci e soprattutto con Robert De Niro e Leonardo DiCaprio. Tra i numerosi premi cinematografici ricevuti: l'Oscar alla miglior regia nel 2007 per The Departed, la Palma d'oro al Festival di Cannes nel 1976 per Taxi Driver, il Leone d'oro alla carriera al Festival del Cinema di Venezia nel 1995 e oltre a tre Golden Globe come miglior regista nell'ultimo decennio. Per i suoi film ha ricevuto un totale di 80 Nomination e 20 Oscar.


Taxi Driver (1976)

Definito da critica e pubblico come un capolavoro fin dalla sua prima apparizione, è considerato uno dei film cardine della New Hollywood oltre che uno dei film più disturbanti, radicali e rappresentativi dei cupi anni che stava passando non solo l'America ma gran parte del mondo occidentale negli anni '70. Ad oggi è all'unanimità considerato come uno dei più grandi film realizzati.
Un'immersione nella mente distorta di un reduce dal Vietnam che non riesce a reinserirsi nella società a causa degli orrori vissuti durante la guerra; rappresentato come una discesa all'inferno è gran parte frutto del periodo di forte depressione vissuto da Paul Schrader il quale ha riversato nella sceneggiatura tutte le sue ansie e insicurezze, portate in maniera cupa, nitida e sperimentale da Scorsese sullo schermo.  
Nel ruolo del protagonista fu scelto Robert De Niro, ed il film vinse la Palma d'oro al Festival di Cannes del 1976 aggiudicandosi anche quattro nomination ai Premi Oscar, lanciando il nome di Scorsese fra i registi più promettenti della sua generazione.


Toro Scatenato (1980)

La biografia del pugile Jake LaMotta, divenne in poco tempo un vero e proprio film cult. In esso Scorsese riversò tutta la sua sofferenza, e realizzò il film con quello che lui stesso ha definito come il suo stile più radicale. Si aggiudicò due Premi Oscar: al miglior attore protagonista a De Niro e al montaggio alla fidata Thelma Schoonmaker. Il successo agli Oscar della pellicola fece così riemergere il regista dal limbo nel quale era precipitato. Toro Scatenato è considerato tra le pietre miliari del Cinema , inserito al quarto posto nella classifica dei migliori film statunitensi di tutti i tempi dall'American Film Institute.


The Departed (2006)

Ancora una nuova rinascita per Scorsese che si fa amare ed apprezzare dalla nuove generazioni, questo film rilancia la sua carriera confermando ancora una volta il suo status di grande maestro della settima arte e forse di più grande regista americano vivente.
Con un cast straordinario composto da Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Mark Wahlberg e sua maestà Jack Nicholson, la lunga attesa di Martin termina e finalmente, dopo decadi di Storia, successi e nomination, finalmente viene premiato con un Oscar alla regia. La pellicola vince a sua volta come miglior film e diventa uno dei maggiori successi al botteghino del regista.


Goodfellas (1991)

Tornando a collaborare con Robert De Niro e Joe Pesci e Ray Liotta come protagonista, il regista torna ad un grandissimo successo di pubblico e di critica. Sfruttando tutto il proprio armamentario di ricordi della sua infanzia ha portato sullo schermo un film di eccessi e omicidi, inserendo una colonna sonora composta perlopiù da musica rock. Scorsese introduce uno stile nevrotico e virtuoso mai visto prima, rileggendo completamente le regole dei film gangster e discostandosi nettamente dall'epopea classica raffigurata alla perfezione da Il Padrino di Francis Ford Coppola. Pesci vinse un Oscar come miglior attore non protagonista e Scorsese si guadagnò la terza nomination come miglior regista. Vincerà, inoltre, il Leone d'argento per la regia al Festival di Venezia del 1990. Il film è considerato come uno dei migliori film gangster di sempre e compare costantemente nelle classifiche dei film preferiti di pubblico e critica.


The Wolf of Wall Street (2013)

Ancora una grande lezione di stile da parte del maestro. Successo di pubblico e critica, ma sfortunatamente nessun Oscar. Un ritorno allo stile di Quei bravi ragazzi per un'analisi del mondo degli yuppies di fine anni '80, fra eccessi dettati dal denaro, dal sesso e dalla droga. 
Il film diventa il più grande successo di pubblico per un film di Scorsese, riceve  5 candidature agli Oscar e fa vincere a DiCaprio il secondo Golden Globe.

Quali sono i vostri film preferiti di Martin Scorsese? Ditelo nei commenti.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...