6 marzo 2017

Feud 1X01 "Pilot" - La recensione

Di Edoardo Intonti

Finalmente è giunta a termine l'attesa per il nuovo grandioso progetto di Ryan Murphy, imperatore della televisione, amato o odiato da molti, pronto sempre a rivoluzionare il panorama televisivo americano (e quindi internazionale) con progetti  brillanti.

L'incipit di Feud e' però fenomenale: il tema, inizialmente concepito come un film, vede al centro la faida tra Joan Crawford e Bette Davis, dive dimenticate dall'Hollywood system degli anni '60, accomunate da un grande talento e dalla dedizione per il loro lavoro, che le porterà infine a collaborare per la realizzazione del capolavoro Che fine ha fatto baby Jane?. La regia di Murphy e' essenziale ed elegante, del genere che abbiamo imparato ad apprezzare in American Horror Story e American Crime Story dando ampiamente spazio ai colori, gli ambienti, specialmente gli studios, e le magioni delle due protagoniste e il loro stile estetico diametralmente opposto. Jessica Lange,  presenza maggiore in questo Pilot, ci propone un'interpretazione di Joan Crawford sensibilissima e delicata, in contrapposizione con quella della Sarandon, decisamente più somigliante, ma leggermente sottotono.
Murphy ama giocare con le sue bambole in carne ossa di vecchie signore: vedasi le stesse Lange e Sarandon,  e scomodando in alcuni segmenti intermedi, dive del passato come Olivia De Havilland e Joan Blondell, interpretate a loro volta da due "dive moderne": Catherine Zeta Jones Kathy Bates .

I riferimenti alla storia del cinema e degli award abbondano, ricordando vagamente le atmosfere di Hitchock di Sasha Gervasi del 2012, con le controparti maschili di Alfred Molina e Stanley Tucci (nei ruoli dei pragmatici Robert Aldrich e Jack L. Warner ) ponendo l'accento sulla crisi cinematografica che Los Angeles viveva in quegli anni in cui inevitabilmente le masse preferivano indirizzarsi  verso il nuovo media televisivo.
Nei 50 minuti del pilot, Murphy getta le basi per una miniserie di qualità e interessante; in un trionfo di costumi e parrucche si mette in scena un segmento della storia dello star system dimenticato dai più giovani o ricordato con affettuosa nostalgia dai cinefili.
Una bella serie dunque che parla di cinema, di donne forti e di un'inimicizia che impareremo a comprendere meglio nei prossimi episodi.

VOTO: 10/10


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...