3 maggio 2017

Annunciata la selezione dei Classici al Festival di Cannes 2017

Di Gabriele La Spina

A poche settimane dall'inizio del festival, Cannes svela l'attesa selezione dei classici che verranno proiettati nei giorni di svolgimento, per celebrare i 70 anni del festival quest'anno i protagonisti saranno i grandi film passati da Cannes dal 1946 al 1992, ma non solo. Quasi a testimoniare quanto il festival più importante d'Europa abbia segnato in qualche modo la storia del cinema.

Tra i titoli più in vista nella selezione della storia del festival troviamo All That Jazz, musical indiscusso capolavoro di Bob Fosse del 1979, mentre nelle proiezioni collaterali troviamo la versione restaurata de L'Atalante, cult del 1934 di Jean Vigo. Spazio anche ai nuovi documentari del cinema come quello sul mito della Hollywood d'oro, Diventare Cary Grant, di Mark Kidel e Filmworker, documentario di Tony Zierra che esplora il rapporto conflittuale tra l'attore protagonista del capolavoro Barry Lindon, Leon Vitali e il geniale regista Stanley Kubrick.

Qui di seguito la selezione completa della sezione Cannes Classics, in attesa dell'inizio del festival che si svolgerà dal 17 al 28 maggio.


16 FILM EPOCALI DEL FESTIVAL DI CANNES

1946:  La Bataille du Rail  ( Battaglia delle rotaie ) di René Clément (1h25, Francia)

1953:  Le Salaire de la peur  ( Vite vendute ) di Henri-Georges Clouzot (1952, 2h33, Francia, Italia)

1956:  Körhinta  ( Merry-Go-Round / Un Petit giostra de fête ) da Zoltán Fábri (1955, 1h30, Ungheria)

1957:  Ila Ayn?  ( Vers l'inconnu? ) di Georges Nasser (1h30, Libano)

1967:  Skuplja č i Perja  ( Ho incontrato anche zingari felici / J'ai même Rencontre des Tziganes heureux ) di Aleksandar Petrović (1h22, Serbia)

1967:  Blow up  di Michelangelo Antonioni (1966, 1h51, Regno Unito, Italia, Stati Uniti d'America)

1969:  Matzor  ( Siege / Sede ) di Gilberto Tofano (1h29, Israele)

1970:  Soleil O  ( Oh, Sun ) di Med Hondo (1h38, Mauritania-Francia)

1976:  Babatu,  les trois Conseils da Jean Rouch (1h33, Nigeria-Francia)

1976:  Ai no Korida ( Ecco l'impero dei sensi / L'Empire des sens )  de Nagisa Oshima (1h43, Francia-Giappone)

1980:  All that Jazz  ( Que Le spectacle commence ) di Bob Fosse (1979, 2h03, Stati Uniti d'America)

1981:  Człowiek z ż elaza  ( L'uomo di ferro / L'Homme de Fer ) di Andrzej Wajda (2h33, Polonia)

1982:  Yol - La versione completa  ( The Way / La Permission ) di Yilmaz Güney, diretto da Serif G ö ren (1h53, Svizzera)

1983:  Narayama Bushik Ò ( Ballata di Narayama / La Ballade de Narayama ) di Shôhei Imamura (2h13, Giappone)

1992:  El sol del membrillo ( Le Songe de la lumière ) di Victor Erice (2h20, Spagna)

1951-1999: Breve storia di cortometraggi presentata dal Festival di Cannes. Un programma a cura di Christian Jeune e Jacques Kermabon.


ALTRI EVENTI

Madame de...  di Max Ophüls (1953, 1h45, Francia)

L'Atalante  di Jean Vigo (1934, 1h28, Francia), copia 35mm restaurata

Native Son  ( Sang noir ) di Pierre Chenal (1951, 1h47, Argentina)

Paparazzi  di Jacques Rozier (1963, 18mn, Francia)

Belle de jour  ( Beauty of the Day ) di Luis Buñuel (1967, 1h40, Francia)

In mezzo scorre il fiume  ( Et au milieu coule une rivière ) di Robert Redford (1992, 2h04, Stati Uniti d'America)

Lucía da Humberto Solas (1968, 2h40, Cuba)


DOCUMENTARI SUL CINEMA

La belge Histoire du Festival de Cannes  ( La strada del belga a Cannes ) di Henri de Gerlache (2017, 1h02, Belgio)

David Stratton - A Cinematic  di Sally Aitken (2017, 1h37, Australia)

Filmworker di Tony Zierra (2017, 1h29, Stati Uniti d'America)

Diventare Cary Grant  ( Cary Grant - de l'autre côté du miroir ) di Mark Kidel (2017, 1h25, Francia)

Jean Douchet, l'enfant agité  di Fabien Hagège, Guillaume Namur, Vincent Haasser (2017, 1h30, Francia)


Fonte: festival-cannes.com

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...