05 mag 2017

Fargo 3x03 "The Law of Non-Contradiction" - La recensione

Di Simone Fabriziani

Ogni serie televisiva di qualità che si rispetti dà il suo meglio quando, nel bel mezzo dell'intelaiatura narrativa di una stagione, fa un passo indietro e si esula momentaneamente dal focus principale della trama e riflette sulla natura e la psiche dei protagonisti. "The Law of Non-Contradiction" conferma questa regola regalando, almeno per ora, il miglior episodio della terza stagione in corso di Fargo.

Mettendo soltanto per la durata di un episodio da parte le vicissitudini dei gemelli Stussy che nella precedente puntata avevano portato al furto del prezioso francobollo della discordia, la miniserie antologica creata da Noah Hawley questa volta ci permette di conoscere più da vicino il personaggio della tenace Gloria Burgle (Carrie Coon), agente dell'ordine dell'innevato Minnesota sempre più determinata a scoprire il movente e il mandante del brutale assassinio del patrigno Thaddeus Mobley, ex-scrittore di fantascienza di grande successo; per farlo, Gloria dovrà immergersi nell'evanescente città di Los Angeles alla ricerca di un indizio che possa unificare la morte misteriosa di Thaddeus e l'assassino Maurice LeFay.

Ambientato nella sua quasi totalità nella città di Los Angeles, il terzo episodio di Fargo è a tutti gli effetti un viaggio nel passato di Thaddeus come brillante scrittore di letteratura sci-fi e di ciò che lo ha portato in gioventù a cadere nel tranello della celebrità hollywoodiana; ma sarà questo l'indizio decisivo per ricollegare il puzzle?
Sapientemente intervallato dalla narrazione del curioso romanzo di fantascienza pubblicato in gioventù da Thaddeus, "The Law of Non-Contradiction" è allo stesso tempo un feroce ritratto dell'evanescenza della città degli angeli e delle illusioni e un'ulteriore conferma di come Fargo sia, con un occhio di riguardo anche alle due precedenti stagioni televisive, un puzzle intricato di particelle di vita che fluttuano nello spazio e che, per pura casualità, una volta ogni tanto si scontrano, generando conflitti e collisioni, riducendo il senso della vita sulla Terra ad una mera collisione di corpi e casualità senza scopo.


VOTO: 8/10



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...