16 ottobre 2017

Predizioni Oscar 2018: Miglior attrice protagonista (Ottobre)

Di Simone Fabriziani

A due mesi dall'inizio ufficioso della awards season, la categoria femminile principale inizia a diradarsi di certezze, nomi più o meno sicuri, forti possibilità e tante, tante wild card da tenere d'occhio fino al mese di Gennaio, quando verranno finalmente svelate le candidature agli Academy Awards 2018. I nostri pronostici autunnali iniziano proprio dalla categoria più chiacchierata, più ricca e forse più attesa: quella della miglior attrice protagonista.
Nella nostra ipotetica cinquina finale molte sono le performance femminili che salgono di posizione rispetto al pronostico del mese di luglio, caratterizzato da nomi e interpretazioni che con l'arrivo e le conferme dei festival autunnali hanno decisamente perso terreno, mentre altre hanno piacevolmente sorpreso.

A scalare la cinquina della categoria femminile in Lead Actress c'è la veterana Frances McDormand in Tre manifesti a Ebbing, Missouri , film scritto e diretto da Martin McDonagh vincitore del premio alla sceneggiatura alla Mostra del Cinema di Venezia e del prestigioso People's Choice Award al Toronto International Film Festival, da sempre anticamera di un futuro roseo per il film e i suoi interpreti in ottica Oscar. A tallonare l'acclamata McDormand sale in seconda posizione la britannica Sally Hawkins nella favola adulta di Guillermo Del Toro The Shape of Water, fantasy vincitore del Leone d'Oro con una commovente e delicata performance muta da parte della brava attrice inglese, in gioco per la statuetta finale fino all'ultimo, siamo pronti a scommetterlo. Sale in terza posizione invece l'applaudita Jessica Chastain in Molly's Game; primo film in veste di regista per lo sceneggiatore premio Oscar Aaron Sorkin, il film è stato particolarmente apprezzato al TIFF per la magnetica performance della Chastain, ancora in attesa di un terza, agognata candidatura all'Oscar; potrebbe essere la volta buona, finalmente. Sale prepotentemente anche l'inedita Margot Robbie nel biopic I, Tonya dedicato alla figura della pattinatrice Tonya Harding e già uno dei casi cinematografici del Toronto Film Festival; particolari lodi alle due straordinarie interpretazioni della Robbie e di una perfida e sboccata Allison Janney nei panni della competitiva madre.Chiude la nostra cinquina la straordinaria irlandese Saoirse Ronan, protagonista dell'indie movie Lady Bird, primo film dietro la macchina da presa per la reginetta del cinema indipendente Greta Gerwig; tra i titoli in assoluto più applauditi al Telluride Film Festival e al TIFF.

Tra le tantissime valide alternative tutte performance e nomi che scendono inesorabilmente di posizione; chi perché ancora non è stata presentata al pubblico e alla stampa, chi perché interprete di lingua straniera, e chi perché protagonista di film accolti in maniera divisiva o negativa dal pubblico internazionale. Non ci sorprenderemmo tuttavia di vedere un paio di questi nomi eccellenti risalire il podio tra qualche mese.

Pronostici
Frances McDormand, "Tre manifesti a Ebbing, Missouri"
Sally Hawkins, "The Shape of Water"
Jessica Chastain, "Molly's Game"
Margot Robbie, "I, Tonya"
Saoirse Ronan, "Lady Bird"

Alternative
Meryl Streep, "The Post"
Kate Winslet ,"Wonder Wheel"
Daniela Vega, "Una donna fantastica"
Judi Dench, "Vittoria e Abdul"
Emma Stone, "La battaglia dei sessi"
Jennifer Lawrence, "Madre!"
Annette Bening,"Film Stars Don't Die in Liverpool"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...