19 novembre 2017

Oscar Record: Doppie e triple vittorie delle attrici

Di Alfredo Di Domenico

L’Academy sta per celebrare il suo 90° compleanno ed è già pronta ad accogliere nuove leve all’interno della sua grande famiglia ed onorare il fortunato di turno. Sebbene la vittoria rappresenti, almeno per noi, un riconoscimento formale, il nome dell’artista vincitore avrà il privilegio di entrare nella storia e di potersi fregiare dell’epiteto “Academy Award Winner”.
Ponendo la nostra attenzione, in questo caso , solo sulle attrici protagoniste e non, solo poche “signore” hanno avuto la fortuna e l’onore di essere state premiate due volte. Un privilegio raro, considerando che c’è chi non l’ha mai ricevuto nonostante la brillante carriera. Un piccolo gruppo, un'élite di prescelte, il cui nome ha il privilegio di figurare due volte nella lunga lista delle vincitrici. Ma chi sono, è cos'hanno fatto di davvero straordinario per meritarlo?

La prima attrice a vincere due Oscar è stata Luise Rainer, effimera al cinema, longeva nella vita. Per chi ha avuto l’opportunità di vedere i film per cui ha vinto, The Great Ziegfeld e La buona terra, rispettivamente del 1936 e 1937, notiamo tutti i segni di una recitazione da accademia, grande tecnica ed una buona dose di talento ma poco pathos, oggi magari può sembrare così ma all’epoca l’attrice Austriaca fu etichettata come “la lacrima Viennese” proprio per la sua predilezione per i film drammatici. Segue Bette Davis, autentica icona del cinema americano, i suoi unici Oscar risalgono agli anni ’30, mentre le sue più grandi performance arriveranno anni dopo. Il suoi oscar sono molto controversi si dice che abbia vinto il suo primo nel 1935 come contentino per non averlo ricevuto l’anno prima per una stupefacente interpretazione in Schiavo d'amore. Il secondo invece lo ha vinto per un ruolo scritto appositamente per lei quello in Jezabel, un anti Via col Vento, un film fortemente voluto dalla Davis proprio per non essere riuscita ad aggiudicarsi il ruolo di Rossella O'Hara. Negli anni ’40 solo Olivia De Havilland riesce nell’impresa, nel 1946 e nel 1949, entrambe le volte per superlative interpretazioni in veri e propri classici dell’epoca. 

Gli anni ’50 vedono trionfare nuovamente la divina Vivien Leigh reduce da una vittoria di 12 anni prima per Rossella O’Hara in Via Col Vento del 1939, questa volta con un' altra interpretazione che la consacrerà definitivamente come una delle più grandi di ogni tempo ovvero Blanche DeBuois di Un tram che si chiama Desiderio del 1951. Vivien è una delle poche ad aver vinto 2 Oscar su 2 sole nomination. Ingrid Bergman fa il bis nel 1956 con Anastasia, il film che segna il suo ritorno a Hollywood dopo il periodo rosselliniano in Europa. Per lei ci sarà un terzo Oscar nel 1974 ma in supporting per Assassinio sull’ Orient Express.
Negli anni ’60 Dame Elizabeth Taylor è l’attrice più famosa della storia e dimostra di sono essere solo la famme fatale dagli occhi viola ma anche un’eccellente interprete, lo dimostrano gli Oscar del 1961 per Venere in visone, anche se si dice sia stato un premio di incoraggiamento poiché pochi mesi prima aveva rischiato la vita per una polmonite molto grave, e del 1966 per Chi ha paura di Virginia Woolf?, dove è letteralmente incredibile. Sempre in questa decade avvengono due fenomeni mai accaduti prima, vengono segnati due record che hanno come protagonista la stessa attrice, Katharine Hepburn. Il suo primo Oscar risale al 1933 e nel 1967 vince per la seconda volta per Indovina chi viene e a cena. C’è chi ritiene che il suo premio sia un velato tributo al suo compagno di vita e di set Spencer Tracy venuto a mancare pochi giorni dopo l’uscita del film per cui ha vinto. Diversamente, l’anno successivo, con Il Leone d’Inverno vince per la terza volta grazie a una delle più grandi performance della storia. Quell’anno avviene il primo ed unico ex equo della storia tra lei e Barbra Streisand di Funny Girl, non solo ma Katherine diventa la prima attrice ad aver vinto 3 Oscar e più tardi nel 1981 arriverà anche il quarto per Sul Lago dorato. Il suo record è tutt’oggi imbattuto. Sul versante supporting la grandissima Shelly Winters segna un personalissimo record, per anni è stata la prima e l’unica attrice ad aver fatto il bis in supporting nel 1959 e nel 1965, fino alle vittorie di Dianne Wiest del 1986 e 1994.

Cate Blanchett in una scena di "Blue Jasmine"

Gli anni ’70 consacrano Glenda Jackson, immensa interprete britannica che vive in questa decade il suo periodo d’oro, vince infatti due Oscar su 4 candidature, nel 1970 e nel 1973 diventando un icona del cinema del suo tempo. Un‘altra grande icona come Jane Fonda trionfa nel 1971 e nel 1978 con due performance dure e controverse la prostituta in Klute e la moglie del reduce del Vietnman in Coming Home. Negli anni ’80 la sempreverde Katharine Hepburn fa la storia con la sua quarta vittoria e Sally Field bissa in leading nel 1984 per Places of the heart dopo l’ acclamato Norma Rae del 1978. Nei più ‘recenti’ anni ’90 Joide Foster porta a casa la seconda meritatissima vittoria grazie a Il silenzio degli innocenti, dopo l’altrettanto magnifica interpretazione da Oscar del 1988 in The Accused.  
Arriviamo ai giorni nostri con Hilary Swank di Boys don’t cry del 1999 e Million dollar Baby del 2004. Ultima di questa lunga lista è Queen Meryl che conquista il terzo Oscar, secondo Leading, nel 2011 con The Iron Lady eguagliando il record della Bergman. 
Un gruppo ancora più esclusivo è costituito da quelle ai cui non bastava vincere solo due Oscar ma ne hanno vinto uno per categoria, la prima attrice a riuscire in questa impresa è stata la granitica Helen Hayes, primadonna del teatro americano e EGOT, vince in supporting dopo il primo in leading del 1932 per il classico Airport. Ingrid Bergman dopo i due leading del 1944 e del 1956 vince il terzo premio, questa volta in supporting per Assassinio sull’ Orient Express.

Nel 1978 l’immensa Dame Maggie Smith vince con California Suite dopo il leading del 1969, mentre nel 1994 Jessica Lange riceve il suo secondo Oscar, questa volta in Leading con Blue Sky, dopo il primo, vinto in supporting per Tootsie nel 1982. Sempre nell''82 Meryl Streep vince il suo primo Leading per Sophie’s Choice  dopo il supporting del 1979 per Kramer vs Kramer, avviandosi a diventare l’attrice per eccellenza per i prossimi 30 anni. Chiude il cerchio per adesso, nel 2013, Cate Blanchett che entra nel gruppo con la vittoria per Blue Jasmine, questa volta in leading, dopo il supporting del 2004 per The Aviator. 
Emma Thompson e Barbra Streisand fanno caso a parte, solo sono le uniche due ad essersi aggiudicate un secondo premio non in una categoria attoriale, la prima ha vinto per la seconda volta nel 1995 per la sceneggiatura di Sense and sesibility, la seconda è diventata la prima donna a vincer eper la migliore canzone nel 1977 grazie a Evergreen del film  È nata una stella. Infine Mary Pickford, Sophia Loren, Audrey Hepbrun, Elizabeth Taylor e Angelina Jolie vantano tutte un secondo Oscar ricevuto o alla carriera o per gli impegni umanitari.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...