8 gennaio 2018

Greta Gerwig spiega perché 'Lady Bird' è un nuovo tipo di coming of age

Di Wigdane Zniti

La regista dell'acclamato film Lady Bird, Greta Gerwig, ha non molto tempo fa raccontato al New York Film Festival, come la pellicola tratti la complicata esplorazione della personalità di una giovane donna, i rapporti difficili e instabili con la madre e di come talvolta i coming of age non sempre raccontino la realtà della crescita per una ragazza nella sua piena totalità.

Greta Gerwig ha esaminato il tema dei film per "adolescenti" dicendo che questo genere, anche se non il tema principale di Lady Bird, tende a concentrare l'intera storia su un interesse amoroso del protagonista, mentre nel caso della sua pellicola vediamo ben due ragazzi, ma entrambi inadatti a lei, proprio perché non è la storia d'amore il punto focale del film; la vera storia d'amore è infatti quella tra lei e sua madre. Vedendo film come Boyhood (2014) e 400 Blows (1959) la Gerwig pensava a come sarebbero apparsi se fossero stati adattati per una ragazza, quello che vedeva come una lacuna dei film di formazione, fin troppo concentrati sulle storie d'amore, non che ci fosse qualcosa di male. Per la regista ciò non può essere l'unica cosa che caratterizzi l'intero percorso di crescita di una donna, che dietro ha delle storie.

La regista di Lady Bird, ha anche raccontato il suo modo di vedere la figura del regista sul set, dicendo che da parte sua ha voluto creare una sorta di bolla dove gli attori e l'intero team potessero sentirsi al sicuro ed essere completamente sé stessi. Dove inoltre gli attori possano impadronirsi del proprio ruolo, e che non debbano chiedere il permesso di agire in un certo modo piuttosto che un altro, che non abbiano limiti. La Gerwig, ha preso ad esempio il ruolo della costumista nel set raccontando che, ha voluto portare degli armadi nei quali Saoirse Ronan potesse scegliere l'abbigliamento adatto secondo lei per quella determinata scena. Inoltre ha dichiarato, che ha sempre voluto che gli attori scoprissero (durante la lavorazione) dei piccoli segreti, delle piccole cose che appartengano a loro, e che inoltre non debba fare o dire loro cosa e come devono agire.


Curioso l'aneddoto sulla scelta della Ronan per il ruolo della protagonista. È successo tutto al Toronto Film Festival nel 2015, Saoirse era lì per presentare Brooklyn mentre la Gerwig per Maggie's Plan, si sono incontrate nella camera d'albergo di Saoirse e lei ha letto tutte le battute di Lady Bird capendo subito nelle prime due pagine che lei era Lady Bird e che lei la parte era sua. 

"C'era qualcosa nel modo in cui lo faceva che era immediatamente diverso dal modo in cui l'avevo sentito nella mia testa, e molto meglio, unico e specifico per lei. Ha la qualità di essere sempre emotivamente a dieci, il che lo rende molto più divertente."

La regista, ha parlato anche di come ha affrontato la sua prima regia e dei suoi progetti futuri, dicendo che quando ha finito di scrivere la sceneggiatura, si è detta tra sé e sé "hai sempre voluto farlo, non avrai più indicazioni, devi solo farlo". Ha aggiunto che è stata un'esperienza meravigliosa e che spera di continuare a essere in grado di recitare in progetti che ama, con registi che ammira, pensando che continuerà scrivere e dirigere film.

Fonte: The Film Stage
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...