25 gennaio 2018

Il sequel di 'Chiamami col tuo nome' potrebbe essere ambientato nella Berlino 1989

Di Anna Martignoni

Il regista di 'Chiamami col tuo nome' Luca Guadagnino vorrebbe un sequel per il suo film. La pellicola, ambientata in nord Italia nel 1983, ha come protagonisti il giovanissimo ma promettente Timothée Chalamet e Armie Hammer ed è stato uno dei film più acclamati da critica e pubblico nel 2017; basato sul romanzo di André Aciman, 'Chiamami col tuo nome' è stato recentemente candidato a quattro Premi Oscar, tra cui Miglior Film, Miglior Attore Protagonista (Chalamet), Miglior Sceneggiatura Non Originale (James Avory) e Miglior Canzone (Mystery of Love, di Sufjan Stevens).
La pellicola di Guadagnino è stata accolta in modo assolutamente positivo per diversi motivi, tra cui le brillanti interpretazioni del cast e soprattutto per aver regalato una visione sul tema dell'amore omosessuale che non finisse in tragedia o morte (come spesso accade). Il lavoro precedente del regista, A Bigger Splash interpretato da Tilda Swinton, Matthias Schoenaerts, Ralph Fiennes e Dakota Johnson, reca anch'esso un'atmosfera molto calda ed è ambientato in una lussureggiante location europea. Ma, tornando al film più recente, si sente davvero il bisogno di un sequel? Guadagnino sta pensando all'ipotesi di realizzarne uno, o anche più di uno, come riportato durante una sua intervista. Il romanzo descrive i personaggi e le loro storie più in profondità e più avanti nel tempo rispetto a quello che viene raccontato in 'Chiamami col tuo nome', e il regista ha affermato che non gli dispiacerebbe portare queste storie sul grande schermo: "Credo che finirò col creare un ciclo di film sui personaggi, perché li amo profondamente. Credo anche che le loro esperienze di vita siano abbastanza mature per molte altre avventure; penso che il prossimo capitolo potrebbe essere ambientato poco dopo la caduta del muro di Berlino e durante quel grande cambiamento che vide la fine dell'URSS; e così vedremo le persone lasciare le proprie case e andare verso il mondo. Questo è tutto quello che posso dire fino ad ora".

Per adesso, non ci sono altre news su un possibile sequel di 'Chiamami col tuo nome' o comunque per un film su questo particolare tema; il prossimo film di Luca Guadagnino sarà Burial Rites, dramma che vede protagonista Jennifer Lawrence. Potrebbe essere una buona idea, quella di vedere i protagonisti Elio e Oliver in una serie di pellicole come quella di Richard Linklater di Before Sunrise/Sunset/Midnight? Forse. Quei film non sembravano certo essere i candidati ideali per dei sequel, ma alla fine hanno avuto tutti un successo inaspettato. Oliver ed Elio sono personaggi fantastici, e la possibilità di vedere sullo schermo altre loro vicende potrebbe rendere felici i fan di 'Chiamami col tuo nome'. Dall'altro lato, però, il film è stato criticato per essere troppo distante dalle politiche del tempo in cui è ambientato, cosa che sarebbe ancora più evidente se fosse collocato nel tempo della caduta del muro o della crisi AIDS: una pellicola di quel genere porterebbe con sé la stessa atmosfera del primo, e se sì, convincerebbe gli spettatori? Su questo punto, lasciamo che siano i creatori del film a lavorarci. 

Fonte: Screen Rant
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...