16.1.19

Primo teaser per il sequel di 'Ghostbusters': Jason Reitman riporta in vita il cult del padre

Di Gabriele La Spina

Era il 1984 quando Ivan Reitman dirigeva Ghostbusters, in Italia arrivato con il sottotitolo Acchiappafantasmi, un film dopo il quale il sovrannaturale non sarebbe stato più lo stesso, dimostrando che i fantasmi possono essere anche comici. Ne derivò un sequel nel 1989 diretto dallo stesso Reitman, scaturendo un proficuo francise, da serie animate a videogame.
Ma inevitabilmente il fenomeno Ghostbusters finì col tempo nel dimenticatoio confinato nelle vecchie glorie degli anni '80. Ci ha pensato Paul Feig nel 2016 a riportare alla luce quel titolo, ma con un reboot al femminile, che si è fregiato del titolo film più odiato degli ultimi anni. Gli acchiappafantasmi meritavano di più.

Con un annuncio del tutto inaspettato Jason Reitman, che si è affermato nel panorama cinematografico come regista di tutt'altra caratura, con film come Juno, Tra le nuvole e il recente Tully, raccoglie il testimone del padre Ivan, che sarà produttore del film. Il regista sembra essere già a lavoro in segreto sul sequel, il terzo film, del cult degli anni '80, di cui firma la sceneggiatura insieme a Gil Kenan. 

"Ho sempre pensato a me stesso come il primo fan di Ghostbusters", rivela Jason Reitman. "Quando avevo 6 anni visitai il set. Ho sempre voluto fare un film per tutti gli altri fan". Sul nuovo Ghostbusters il regista rivela che "sarà il successivo capitolo del francise originale. Non è un reboot. Ciò che è successo negli anni '80 è successo negli anni '80, questo è ambientato nel presente". Questo lascia presagire un ritorno del cast originale formato da Dan Aykroyd, Ernie Hudson e Bill Murray, nonché dal compianto Harold Ramis; anche se tutto deve essere ancora confermato. Il regista spiega comunque che ci saranno diverse sorprese e nuovi personaggi.

Sul film di Feig, Reitman elargisce il suo profondo rispetto e ammirazione per le talentuose attrice che ne hanno fatto parte; tuttavia sottolinea che questo film seguirà la traiettoria dell'originale. Del primo film "amo ogni cosa. L'iconografia. La musica. Il tono", dichiara Reitman. "Ha occupato un posto nel mio cuore da più tempo di quanto ricordi".

Il film verrà distribuito dalla Sony nelle sale di tutto il mondo nell'estate del 2020.

Fonte: EW