15.1.20

PGA: i pronostici della Redazione su chi vincerà il premio dei produttori di Hollywood

Di Simone Fabriziani

Da sempre considerati come uno dei sindacati di Hollywood più influenti, i membri appartenenti alla Producers Guild of America sveleranno i titoli vincitori dell'annata cinematografica del 2019 questo sabato 18 gennaio. Tradizionalmente, salvo alcune esclusioni eccellenti, la loro scelta si è poi concretizzata con l'Oscar al miglior film.
Dal 2000 ad oggi, solo 6 volte il film designato dal sindacato produttori cinematografici e televisivi non ha avuto corrispettivo diretto con i risultati degli Academy Awards:

2001: Moulin Rouge! (vinse A Beautiful Mind)
2004: The Aviator (vinse Million Dollar Baby)
2005: I segreti di Brokeback Mountain (vinse Crash)
2006: Little Miss Sunshine (vinse The Departed)
2015: La grande scommessa (vinse Il caso Spotlight)
2016: La La Land (vinse Moonlight)*

*un caso a parte è considerato l'anno 2013, quando ai PGA si è prodotto un ex-aequo tra 12 anni schiavo e Gravity; il primo ha poi comunque vinto l'Oscar al miglior film.

Dunque secondo le statistiche, non è di certo impossibile affatto che il lungometraggio vincitore dei PGA non si riproponga poi con lo stesso risultato all'Academy, anche se va sempre sottolineato come il sindacato produttori sia l'unico all'interno dell'industria hollywoodiana ad utilizzare il sistema di voto preferenziale per determinare il proprio trionfatore, lo stesso sistema usato dal 2009 dall'Academy stessa.

Quest'anno, i candidati alla miglior produzione cinematografica dell'anno sono:

1917
C'era una volta a Hollywood
Cena con delitto - Knives Out
The Irishman
Jojo Rabbit
Joker
Le Mans '66 - La grande sfida
Parasite
Piccole donne
Storia di un matrimonio

Secondo le statistiche, non avere una corrispettiva candidatura al DGA (il premio del sindacato registi), esclude dalla corsa al PGA, tranne per il caso del 1990 di A spasso con Daisy; una statistica fortissima che sembra non prevedere la possibilità di un upset per titoli come Knives Out, Joker, Le Mans '66, Piccole donne e Storia di un matrimonio. Per questo il favorito, almeno sulla carta, rimane ancora C'era una volta a Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino che ha già trionfato ai Golden Globe e ai Critics' Choice. Il sistema di voto preferenziale dei PGA potrebbe però favorire titolo come 1917 (2 Golden Globe) e Parasite, che così diventerebbe il primo film straniero a vincere tale riconoscimento. Se invece siete inclini a giocare con la sorte e con le statistiche (e quindi gettare dalla finestra la correlazione con i DGA), il candidato perfetto per la sorpresa dell'ultimo minuto sembrerebbe essere Joker, carico anche di ben 11 nomination all'Oscar.

Vincerà: C'era una volta a Hollywood
Potrebbero vincere: 1917, Joker, Parasite