8.5.20

65° David di Donatello, 6 premi a 'Il traditore', 5 statuette a 'Pinocchio'

Di Simone Fabriziani

Sono sei le statuette vinte da Il traditore, ultimo film diretto da Marco Bellocchio presentato con enorme successo al festival di Cannes 2019 ed ispirato alla vita del pentito di mafia Tommaso Buscetta; il film ottiene i David al film, alla regia, agli attori (protagonista e non) Pierfrancesco Favino e Luigi Lo Cascio e alla sceneggiatura originale.
A tallonarlo, con 5 statuette tecniche, il Pinocchio di Matteo Garrone, mentre ottima performance per La dea fortuna di Ferzan Ozpetek con i premi alla canzone originale e all'attrice protagonista Jasmine Trinca. Attrice non protagonista è, a sorpresa, Valeria Golino per il fumettoso 5 il numero perfetto.

Miglior attrice non protagonista
Valeria Golino, 5 è il numero perfetto

Miglior fotografia
Il primo re

Miglior sceneggiatura originale
Il traditore

Miglior scenografia
Pinocchio

Miglior trucco
Pinocchio

Miglior attore non protagonista
Luigi Lo Cascio, Il traditore

Miglior colonna sonora
Il flauto magico di Piazza Vittorio

Miglior sceneggiatura non originale
Martin Eden

Migliori costumi
Pinocchio

Miglior acconciatura
Pinocchio

Miglior attore protagonista
Pierfrancesco Favino, Il traditore

Miglior attrice protagonista
Jasmine Trinca, La dea fortuna

Miglior canzone originale
"Che vita meravigliosa", La dea fortuna

Miglior documentario
Selfie

Miglior regia
Marco Bellocchio, Il traditore

Miglior produttore
Il primo re

Miglior montaggio
Il traditore

Miglior regista esordiente
Phaim Bhuyian, Bangla

David Giovani
Mio fratello rincorre i dinosauri

Miglior cortometraggio
Inverno

Miglior film straniero
Parasite

Migliori effetti speciali
Pinocchio

Miglior suono
Il primo re

Miglior film
Il traditore