Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post

17.12.18

Amici come prima - La recensione del ritorno della coppia Boldi e De Sica

Di Massimo Vozza

Dopo 23 film e 13 anni di separazione, la coppia composta da Massimo Boldi e Christian De Sica torna insieme con Amici come prima, il nuovo film di Natale senza il Natale; nonostante le aspettative, si tratta di un cinepanettone soltanto in potenza: attraverso un imperfetto gioco nostalgico, il duo prova a distaccarsi dal comune passato, lasciando spazio all’omaggio e guardando ad altro cinema, soprattutto statunitense (A qualcuno piace caldo, Tootsie e Mrs. Doubtfire), un tentativo di rinnovarsi che si dimostra vano e che porta a un risultato assai confuso.

14.12.18

Il ritorno di Mary Poppins - La recensione del sequel Disney con Emily Blunt e Meryl Streep

Di Simone Fabriziani

Nella Londra degli anni Trenta, Michael e Jane sono oramai cresciuti. Michael, i suoi tre figli e la loro governante Ellen, vivono a Cherry Tree Lane quando, dopo una dolorosa perdita personale, nella vita della famiglia Banks torna prepotentemente l'enigmatica tata Mary Poppins. Con l'aiuto dell'ottimista lampionaio Jack, Mary Poppins userà le sue abilità magiche per aiutare la famiglia a riscoprire la gioia e la felicità contando sulle sue stravaganti conoscenze. Dal 20 dicembre nelle sale italiane, arriva dopo 54 anni di distanza dal primo classico firmato Disney Il ritorno di Mary Poppins.

13.12.18

Macchine mortali - La recensione della saga fantasy di Christian Rivers prodotta da Peter Jackson

Di Dario Ghezzi

In sessanta minuti la terra come la conosciamo noi è stata distrutta. Da quel momento, il pianeta è diventato una landa desolata popolata da grandi città predatrici, delle metropoli giganti e meccaniche che si muovono divorando piccole città e sfruttando le loro risorse: solo chi è più veloce sopravvive. In questo scenario, nella nuova Londra, metropoli potentissima, una misteriosa giovane di nome Hester (Hera Hillmar), cerca di uccidere l’archeologo Valentine (Hugo Weaving) per vendicare l’uccisione della madre Pandora. A sventare l’attentato é Tom (Robert Sheehan) giovane col sogno di diventare aviatore e appassionato di storia, che sarà coinvolto in una storia inaspettata.

9.12.18

Destroyer - La recensione in anteprima del crime drama con Nicole Kidman

Di Giuseppe Fadda

Da quando è uscita la primissima immagine di Destroyer, l'ultimo film di Karyn Kusama, si è parlato moltissimo della trasformazione a cui si è sottoposta Nicole Kidman per interpretare il ruolo della protagonista, la detective Erin Bell. Ma soffermarsi sul make-up e sulla parrucca è francamente superficiale e non rende minimamente giustizia al suo straordinario lavoro: innanzitutto, perché non è la prima volta che la Kidman ha dimostrato la sua mancanza di vanità imbruttendosi per un ruolo (vedi The Hours); e poi perché l'imbruttimento non è che il punto di partenza per quella che è un'interpretazione straordinaria che andrebbe studiata nelle scuole di recitazione.

8.12.18

Un piccolo favore - La recensione della commedia thriller con Anna Kendrick e Blake Lively

Di Giuseppe Fadda

Il talento di Paul Feig per la commedia è innegabile e film come Le amiche della sposa e Spy lo dimostrano ampiamente. Persino i suoi film meno riusciti (come Ghostbusters) si possono definire, almeno in una certa misura, divertenti. Con il suo ultimo film, Un piccolo favore, tratto dall'omonimo romanzo di Darcey Bell, Feig ha tentato di espandere i suoi confini artistici arrivando ad affrontare un genere del tutto diverso: il thriller. Questo però senza rinunciare ai toni tipici della commedia a cui è tanto affezionato.

7.12.18

El Angel - La recensione in anteprima del film argentino presentato a Cannes

Di Giuseppe Fadda

Carlos Robledo Puch, serial killer argentino soprannominato "L'angelo della morte" o "L'angelo nero" per il suo bell'aspetto, sta scontando attualmente il suo 46esimo anno di detenzione: nessun uomo o donna ha mai passato così tanto tempo in carcere in Argentina. Condannato all'ergastolo nel 1973, Puch è colpevole di 11 omicidi, un tentato omicidio, 17 rapine, uno stupro, un tentato stupro, due abusi sessuali, due sottrazioni di minorenne e due furti. El Angel, thriller biografico diretto da Luis Ortega, non ripercorre in maniera del tutto fedele la sua storia che viene, in una certa misura, edulcorata.

5.12.18

Alpha - Un'amicizia forte come la vita - La recensione dell'atipico survivor movie preistorico

Di Daniele Ambrosini

Ambientato 20.000 anni fa, Alpha - Un'amicizia forte la vita racconta la storia di Keda, adolescente figlio del capo di una tribù che viene dato per morto dalla sua famiglia dopo essere stato coinvolto in un incidente durante la sua prima caccia al bisonte, un rituale annuale che garantisce la sopravvivenza della tribù. Solo e lontano da casa, Keda troverà un insolito alleato in un lupo abbandonato dal suo branco poiché ferito, e quindi debole. Nella lunga e tortuosa strada verso casa, tra Keda ed il lupo Alpha nascerà una bellissima amicizia che segnerà per sempre le sorti dell'umanità.

3.12.18

Il castello di vetro - La recensione del film con Woody Harrelson e Brie Larson

Di Giuseppe Fadda

Il castello di vetro, romanzo autobiografico della giornalista americana Jeannette Walls, fu un enorme successo di critica e di pubblico, vendendo 4 milioni di copie in tutto il mondo e guadagnandosi un posto fisso (che detiene ormai da 13 anni) nella classifica dei best-seller del New York Times. Il suo omonimo adattamento cinematografico non ha ricevuto un’accoglienza altrettanto calorosa e ha raccolto pareri contrastanti da parte della stampa americana. Ed effettivamente Il castello di vetro è anche un film frustrante. Non perché sia brutto, anzi, vi si possono riscontrare anche numerosi pregi, ma perché nel complesso non riesce a sfruttare a pieno il suo ottimo materiale di partenza: è un buon film, ma, con simili premesse, buono è comunque deludente.

30.11.18

Cold War - La recensione del premiato film di Pawel Pawlikowski

Di Simone Fabriziani

Il racconto di una appassionata relazione tra due persone di differente background e temperamento, che sono fatalmente attratte e condannate l'una all'altra. Sullo sfondo della guerra fredda, tra la Polonia, Berlino, la Jugoslavia e Parigi degli anni Cinquanta, ha luogo un'impossibile storia d'amore in un momento storico altrettanto impossibile. Il tempo, la vita, l'amore sono gli ingredienti principali di Cold War, il nuovo capolavoro in bianco e nero del regista polacco Pawel Pawlikowski, premio Oscar per Ida.

29.11.18

Il Grinch - La recensione del cartoon Universal con la voce di Benedict Cumberbatch

Di Massimo Vozza

Niente fa sentire il Natale come il Grinch e quest’anno, a meno di un mese dalla fatidica festività, esce un nuovo lungometraggio (animato) basato sul racconto del Dr. Seuss, esplicitamente orientato verso i più piccoli ai quali bastano vivacità e colori.

28.11.18

Se son rose - La recensione della nuova commedia romantica di Leonardo Pieraccioni

Di Daniele Ambrosini

Leonardo Pieraccioni torna davanti e dietro la macchina da presa per la tredicesima volta, a distanza di tre anni da Professor Cenerentolo, con Se son rose, una commedia romantica con un cast principalmente femminile che tenta una riflessione sulle relazioni coppia e l'amore dopo il compimento dei cinquant'anni.

21.11.18

Conta su di me - La recensione del film vincitore al Giffoni Film Festival

Di Daniele Ambrosini

Presentato ed uscito vincitore dell'ultimo Giffoni Film Festival, Conta su di me è stato uno dei film di maggiore successo al box office nazionale tedesco di quest'anno. Diretto da Marc Rothemund, candidato all'Oscar al miglior film straniero nel 2006 per La Rosa Bianca - Sophie Scholl, Conta su di me è una classica commedia commovente adatta a tutte le età, infarcita di banalità e scelte narrative facili, che ha tutto il potenziale per essere un successo di pubblico, alla ricerca di storie edificanti più che di qualità.

20.11.18

Robin Hood : L'origine della leggenda - La recensione dell'action movie con Taron Egerton e Jamie Foxx

Di Massimo Vozza

A un decennio dalla nascita del Marvel Cinematic Universe, è ormai chiara la tendenza del cinema commerciale di puntare sulla creazione di nuovi filoni narrativi basati su eroi, indipendentemente dal se siano super o meno oppure dal derivare dalla carta stampata. Il regista britannico, di provenienza palesemente televisiva, Otto Bathurst tenta di riscrivere in questa chiave la leggenda di Robin di Loxley, trasformando Robin Hood nel suo alter ego supereroico in una maniera a dir poco grossolana e colma di cliché.

14.11.18

Red Zone - 22 miglia di fuoco - La recensione dell'action movie con Mark Wahlberg

Di Giuseppe Fadda

Dopo Lone SurvivorDeepwater: inferno sull'oceano e Boston - caccia all'uomo, il regista Peter Berg torna a collaborare con Mark Wahlberg: a differenza dei tre film sopracitati, Red Zone - 22 miglia di fuoco non è basato su eventi realmente accaduti ma su una storia scritta da Lea Carpenter (autrice anche della sceneggiatura) e Graham Roland e forse questo film è la prova che Berg rende meglio se alle prese con una storia di vita vissuta.

13.11.18

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald - La recensione del secondo capitolo fantasy con Eddie Redmayne e Johnny Depp

Di Dario Ghezzi

Gellert Grindelwald, arrestato tempo prima dal MACUSA, fugge dalla prigionia e raduna una schiera di seguaci, molti di loro inconsapevoli che l’uomo voglia creare un vero e proprio esercito per primeggiare sui non maghi. Per farlo, l’uomo vuole sfruttare il grande potere di Credence, in viaggio per l’Europa alla ricerca delle sue vere origini. Per fermare il terribile mago, Albus Silente decide di chiedere aiuto al suo ex studente Newt Scamander, sempre proteso nell’aiutare e allevare le sue creature fantastiche. Riuscirà il giovane a fermare Grindelwald?

9.11.18

Widows - Eredità criminale - La recensione del crime thriller di Steve McQueen con Viola Davis

Di Simone Fabriziani

Nella moderna Chicago, teatro di agitazioni e tumulti, quattro donne con nulla in comune decidono di dare una svolta alle loro esistenze. Prendendo in mano le redini dei propri destini, progettano di portare a termine il colpo criminale per cui i loro mariti hanno perso la vita. Quarto film dietro la macchina da presa per il regista britannico Steve McQueen, arriva nelle sale italiane  a partire dal 15 novembre con 20th Century Fox Widows - Eredità criminale.

6.11.18

Overlord - La recensione del nazi zombie prodotto da JJ Abrams

Di Simone Agueci

Siamo nel 1944, le truppe alleate si preparano a sbarcare in Francia evento che in futuro verrà ricordato come D-Day, ma qualcosa non permette all'esercito statunitense di dare inizio all'operazione “Overlord” e quel qualcosa è un segnale radio collocato in cima ad una chiesa che blocca ogni sorta di comunicazione impedendo cosi agli alleati di coordinarsi rendendoli completamente ciechi.

31.10.18

Notti magiche - La recensione del nuovo film di Paolo Virzì

Di Simone Fabriziani

Un noto produttore cinematografico viene trovato morto nelle acque del Tevere durante i mondiali di calcio del 1990. I principali sospettati dell'omicidio sono tre giovani aspiranti sceneggiatori. In una nottata al comando dei carabinieri viene ripercorso il loro viaggio trepidante, sentimentale ed ironico nello splendore e nelle miserie dell'ultima stagione gloriosa del cinema italiano. Dopo aver chiuso la Festa del Cinema di Roma, arriva nelle sale italiane a partire dall'8 novembre con 01 Distribution Notti magiche, il nuovo film del consolidatissimo regista toscano Paolo Virzì.

Lo schiaccianoci e i quattro regni - La recensione del film Disney con Keira Knightley e Helen Mirren

Di Dario Ghezzi

È la vigilia di Natale e Clara e la sua famiglia, colpita recentemente da un lutto, vengono invitati nell’annuale festa a casa del padrino Drosselmeyer, un misterioso inventore. Clara ha un motivo in più per recarsi dall’uomo. È convinta, infatti, che l’uomo possegga la chiave per aprire un uovo meccanico lasciatole dalla madre. In effetti, la giovane seguendo un filo d’oro arriva nel posto dove potrebbe essere nascosta la chiave e questa sua incredibile ricerca la porterà sulla soglia di un nuovo mondo dove incontrerà il soldato Schiaccianoci Philip. Insieme cercheranno
di mettere pace nei quattro regni.

29.10.18

Roma 2018: An Elephant Sitting Still - La recensione del film testamento di Hu Bo

Di Daniele Ambrosini

Sullo sfondo di una desolata cittadina industriale cinese si incrociano quattro diverse storie di vita vissuta, visceralmente interconnesse tra loro.