21.3.21

Viola Davis entra nella storia dell'Academy: è l'attrice afro-americana con più nomination all'Oscar

Di Simone Fabriziani

La vincitrice del premio Oscar Viola Davis ha ricevuto la quarta candidatura all'Academy Award per Ma Rainey's Black Bottom, nei panni della Madre del Blues americano da cui il titolo dell'adattamento diretto da George C. Wolfe e con protagonista anche il defunto Chadwick Boseman.

20.3.21

93° Oscar: cosa è successo a Lakeith Stanfield e Daniel Kaluuya, entrambi candidati come non protagonisti?

Di Simone Fabriziani

Cosa è successo ai due straordinari interpreti di Judas and the Black Messiah, il film co-scritto e diretto da Shaka King e candidato a ben 6 premi Oscar? Che la nomination alla statuetta come attore di supporto per Daniel Kaluuya fosse attesa era ormai chiaro dopo le candidature precedenti e il Golden Globe vinto, ma perché Lakeith Stanfield ha ricevuto una menzione inattesa e nella categoria "sbagliata"?

19.3.21

Chloé Zhao è la prima regista ad essere candidata a 4 Oscar nella stessa edizione

Di Simone Fabriziani

La regista di nazionalità cinese Chloé Zhao è entrata nella storia degli Oscar dal momento in cui il suo acclamatissimo film, il vincitore del Leone d'Oro a Venezia 77 Nomadland è staro candidato a ben 6 premi Oscar. Perché?

17.3.21

Cherry - La recensione del film Apple con protagonista Tom Holland

Di Anna Martignoni

In un arco temporale che va dal 2002 al 2021, Cherry è la narrazione per episodi delle vicende personali di un ragazzo del quale non viene mai pronunciato il nome. Ai tempi dell’università, il protagonista si innamora della bella compagna di corso Emily, la quale dapprima ricambia ma poi, spaventata, gli riferisce la sua intenzione di partire per il Canada. Distrutto per la rottura, il ragazzo si arruola nell’esercito ma, del tutto inaspettatamente, Emily decide di restare. Costretto comunque a partire per la guerra, il giovane tornerà dopo qualche anno devastato dallo scenario bellico, trascinando anche Emily nel vortice della tossicodipendenza. 

Emerald Fennell è la regista esordiente più candidata all'Oscar: un record assoluto

Di Simone Fabriziani

Record assoluto per la regista, sceneggiatrice e interprete britannica Emerald Fennell; grazie all'overperformance della sua commedia nera Una donna promettente, la cineasta è diventata la prima regista esordiente, al suo primo lungometraggio dietro la macchina da presa, ad aver raggiunto la candidatura all'oscar per la miglior regia.

16.3.21

Glenn Close è candidata all'Oscar e al Razzie per lo stesso ruolo: un record per pochi

Di Simone Fabriziani

La candidata all'Oscar Glenn Close è la donna dei record più incredibili ad Hollywood. Per il suo ruolo da non protagonista in Elegia americana di Ron Howard, la Close ha raggiunto l'ottava nomination all'Oscar, diventando così l'interprete in vita più candidata alla statuetta senza mai vincerla; un record che spettava anni fa a Peter O'Toole con lo stesso numero di candidature.

The World to Come - La recensione del film vincitore del Queer Lion a Venezia 77

 Di Giuseppe Fadda

Quello della voce narrante è un espediente rischioso. Può essere una soluzione tematicamente motivata, efficace e capace di arricchire l'intero film; basti pensare a La rabbia giovane di Terrence Malick e al modo in cui l'ingenuo resoconto di Holly/Sissy Spacek incornicia le sanguinose, brutali vicende narrate. Più spesso, però, il voice-over è un trucco facile e didascalico, utilizzato per veicolare informazioni che non si potrebbe esprimere altrimenti, per vie più sottili. Il caso di The World to Come, pellicola di Mona Fastvold premiata con il Queer Lion alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia, è particolarmente interessante: la voce narrante è ingombrante, onnipresente, forse addirittura prevalente rispetto ai dialoghi. Si potrebbe dire che l'espediente è usato a sproposito, e a ragione. Ma, incredibilmente, funziona. In primis, perché ci dà accesso a una dimensione di interiorità del personaggio a cui non potremmo accedere in altro modo. Abigail, la narratrice del film, è una donna schiva e di poche parole: il suo racconto in voice-over ci fa conoscere la sua inesperta ma eloquente vena poetica, che non potrà mai espletare altrove. In secondo luogo, l'utilizzo così esteso della voce narrante sembra ribadire una forte mediazione nella rappresentazione, come se quello a cui stessimo assistendo fosse una sorta di documento nascosto dalla Storia, una voce dimenticata ma impressa sulle pagine di un vecchio, polveroso taccuino. In un certo senso, The World to Come è e senza proprio questo. 

15.3.21

93° Oscar, la cerimonia si terrà in presenza e in due location differenti

Di Simone Fabriziani

Come annunciato dal Presidente dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences John Bailey, la cerimonia di premiazione dei 93° Academy Awards sarà in presenza, e si svolgerà in due location differenti, per rispettare le regole di distanziamento sociale tra gli invitati.

93° Oscar: ecco tutti i record delle nomination 2021

Di Simone Fabriziani

L'edizione 2021 degli Oscar è ricca di sorprese e di record infranti: sarà ricordata come una delle edizioni più memorabili di sempre, anche soltanto leggendo i nomi  e i titoli in cinquina. Ecco una lista esaustiva di tutti i record nella storia degli Academy Awards che sono stati infrantiquest'anno.

Oscar 2021: annunciate le candidature, bene 'Mank' e 'Nomadland', stupisce 'Judas and the Black Messiah'

Di Daniele Ambrosini

Sono finalmente state annunciate le nomination agli Oscar di quest'anno, con un po' di ritardo rispetto al solito poiché, per via delle complicazioni dovute alla pandemia, le finestre della stagione dei premi si sono ampliate, dando origine alla più lunga e sorprendente awards season degli ultimi anni. 

14.3.21

USC Scripter Awards: 'Nomadland' e 'La regina degli scacchi' sono i migliori adattamenti dell'anno

Di Simone Fabriziani

Ai 33° USC Scripter Awards, i premi annuali assegnati dalle biblioteche unite della University of Southern California alle migliori sceneggiature adattate, trionfano Chloé Zhao per Nomadland e nel campo televisivo Scott Frank per La regina degli scacchi.

12.3.21

Razzie Awards, tra le nomination al peggio dell'anno anche Glenn Close per 'Elegia americana'

Di Simone Fabriziani

Le nomination ai 41° Golden Raspberry Awards (più comunemente conosciuti come i Razzie), sono state svelate, e a dominare con il maggior numero di candidature ci sono il Dolittle con Robert Downey Jr., Fantasy Island e il debutto alla regia della musicista Sia, Music con Kate Udson e Maddie Ziegler.

11.3.21

Minari - La recensione del film con Steven Yeun vincitore del Golden Globe

Di Simone Fabriziani

A metà degli anni Ottanta, David, un bambino coreano-americano di sette anni, vede la sua quotidianità gettata alle ortiche quando il padre decide di trasferirsi con tutta la famiglia nelle campagne dell'Arkansas per guidare una propria fattoria e concretizzare il suo sogno americano. Arriverà con la distribuzione di  Academy Two nel corso del 2021 Minari, scritto e diretto da Lee Isaac Chung  e grandissimo trionfatore del Sundance Film Festival del 2020 con l'Audience Award e il Grand Jury Prize.

ACE Eddie Awards: il sindacato montatori candida 'Sound of Metal', 'Nomadland' e 'Mank'

Di Simone Fabriziani

La American Cinema Editors (il sindacato dei montatori cinematografici e televisvi) ha svelato le candidature per i 71° ACE Eddie Awards; ci sono tutti i lungometraggi attesi, suddivisi nella doppia categoria Drama e Comedy/Musical, come ai Golden Globe.

10.3.21

American Society of Cinematographers, i direttori della fotografia candidano 'Mank' e 'Nomadland'

Di Simone Fabriziani

La American Society of Cinematographers ha svelato i candidati annuali nelle categorie cinematografiche e televisive; il sindacato direttori della fotografia hanno confermato i soliti noi ma hanno riservato anche alcune sorprese.

Oscar 2021, l'Academy potrebbe spostare la location della cerimonia di premiazione

Di Simone Fabriziani

I 93° Oscar passeranno alla storia come unici ed irripetibili; la pandemia globale da Covid-19 ha letteralmente trasformato il calendario della stagione dei premi, e l'Academy of Motion Picture Arts and Sciences si è adeguata: lunedì 15 marzo le candidature alla statuetta, mentre domenica 25 aprile la cerimonia di premiazione. Ma dove e in quale maniera, volendo rispettare tutte le norme di distanziamento ancora in vigore?