David Fincher dirigerà per Netflix il biopic ‘Mank’, l’atteso ritorno alla regia dopo ‘Gone Girl’

Seguici anche su:
Pin Share

Di Gabriele La Spina

Era il 2014 quando Gone Girl, in Italia L’amore bugiardo, arrivava nelle sale segnando uno dei più grandi successi del regista David Fincher, dirigendo il best-seller di Gillian Flynn. Maestro del thriller, come un Hitchcock moderno, Fincher è stato a lungo lontano dal grande schermo, concedendosi tuttavia dei lavori per la televisione, con la splendida serie Mindhunter, di cui è regista e produttore.

Sarà proprio Netflix, che ha dato vita al suo gioiellino serial crime, a segnare il ritorno di Fincher dietro la macchina da presa per un lungometraggio. Il progetto è Mank, e si tratta di qualcosa di più inusuale nella carriera del regista di Panic Room e Fight Club. Sarà infatti un biopic, un progetto a lungo inseguito dal regista. Seguirà la figura di Herman Mankiewicz, sceneggiatore del cult di Orson Welles, Quarto potere, considerato uno dei più grandi film della storia. Il film sarà incentrato soprattutto sul tumultuoso sviluppo della sceneggiatura del film, che fu l’unica componente ad essere premiata con l’Oscar.
L’attore Gary Oldman interpreterà il ruolo del protagonista, nel film che verrà girato in bianco e nero questo novembre.

Fonte: Variety


Pubblicato

in

da