‘The Burnt Orange Heresy’ con Mick Jagger e Donald Sutherland, film di chiusura di Venezia

Seguici anche su:
Pin Share

Di Gabriele La Spina

A pochi giorni dall’annuncio della selezione ufficiale, che avverà questo giovedì, il Festival di Venezia svela un altro asso nella manica. Si tratta di The Burnt Orange Heresy, un thriller-erotico dalle sfumature noir diretto da Giuseppe Capotondi, regista dell’ottimo La doppia ora, che calca il tappeto rosso di Venezia con un cast di interpreti internazionali.

Mick Jagger, Donald Sutherland, Elisabeth Debicki e Claes Bang sono i protagonisti del film ambientato nell’Italia degli anni Settanta, dove un critico d’arte americano si innamora di una provocante donna in vacanza in Europa. Insieme, si trasferiscono nella villa sul lago di Como di un avvocato collezionista d’arte. Qui, al critico viene fatta una proposta che difficilmente potrebbe rifiutare: in cambio di una presentazione con Jerome Debney, una sorta di Salinger del mondo dell’arte, dovrà rubare un nuovo capolavoro dello studio dell’artista per la collezione personale dell’avvocato.
Il film è l’adattamento del romanzo di Charles Willeford, adattato per il grande schermo dallo sceneggiatore Scott B. Smith. Il festival si svolgerà dal 28 agosto al 7 settembre. 

Fonte: Variety


Pubblicato

in

da