Oscar 2021: Delroy Lindo è da premio in ‘Da 5 Bloods’, ma sarà Lead o Supporting per l’Academy?

Seguici anche su:
Pin Share

Da 5 Bloods' land mine scene is inspired by a story from Vietnam ...
Di Simone Fabriziani

Con il debutto sulla piattaforma online di streaming di Netflix a partire da venerdì 12 giugno, abbiamo già un primo, forte candidato alla statuetta maschile nel 2021, che sia in Lead o in Supporting. Con Da 5 Bloods, il veterano statunitense Delroy Lindo potrebbe non avere concorrenti.

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences dovrebbe prendere nota con estrema facilità: il nuovo film scritto e diretto dal premio Oscar Spike Lee  avrebbe dovuto debuttare Fuori Concorso al 73° Festival di Cannes, edizione tra l’altro presieduta già dallo stesso Spike Lee, che avrebbe dovuto guidare la Giuria annuale nella scelta della Palma d’Oro 2021.
Con la cancellazione del festival “fisico”, Da 5 Bloods ha scelto la strada del debutto direttamente sullo streaming legale di Netflix, porto sicuro che potrebbe portare svariate soddisfazioni al film di Lee alla fine dell’anno, quando la nuova stagione dei premi dovrebbe presumibilmente essere nel vivo. Se Da 5 Bloods sembra già candidarsi idealmente a ricevere nomination importanti al film e alla  regia, pare già assegnata una categoria: quella per il miglior attore a Delroy Lindo, straordinario “protagonista” in un cast afro-americano piuttosto corale. Nella nostra recensione al film di Lee sottolineavamo come indiscutibilmente  “Gli interpreti sono indiscutibilmente il punto forte del film, e su tutti spicca Delroy Lindo, che ha il personaggio con più conflitti, ovvero quello a cui sono dedicate più scene madre. Quello più teatrale per intenderci.” Eppure, nonostante la spiccata coralità del film, Delroy Lindo sembra prendersi una bella fetta di minutaggio e character development, inclusi almeno un paio di monologhi da manuale.



Impossibile al momento prevedere come l’Academy (ma anche la Hollywood Foreign Press Association, i Bafta e la Screen Sctors Guild) analizzerà le chance della performance e in quale categoria inserirà la qualifica per Lindo; sta di fatto che, sia in Lead che in Supporting, potremmo già avere uno dei primi frontrunner virtuali della stagione futura nell’interprete statunitense.