Predizioni Oscar 2019: Miglior regia (Ottobre)

Seguici anche su:
Pin Share
Di Daniele Ambrosini
Quella per la statuetta riservata al miglior regista dell’anno si preannuncia una bella sfida, con molti autori che si contenderanno un posto nella prestigiosa cinquina. Chi riuscirà a battere l’agguerrita concorrenza ed ottenere la candidatura al massimo premio cinematografico?

Un posto sembra esserselo assicurato il messicano Alfonso Cuaron, già vincitore nel 2014 grazie a Gravity, con il suo delicato dramma in bianco e nero Roma, così come il greco Yorgos Lanthimos con il suo dramma in costume dalle venature comiche La favorita. Forte del grande consenso della critica è anche Damien Chazelle con First Man – Il primo uomo che potrebbe così ottenere la sua seconda candidatura nella categoria nella quale ha già trionfato nel 2017 con La La Land, diventando il più giovane vincitore del premio alla regia. Bradley Cooper potrebbe poi aggiungere varie nomination alle sue 4 precedenti menzioni ed una potrebbe essere proprio quella alla regia, infatti il suo esordio dietro la macchina da presa, A Star Is Born, sta raccogliendo consensi un po’ ovunque ed è già una hit al box office casalingo: tutto porta a pensare ad una sua candidatura. Infine quest’anno si preannuncia molto forte la presenza di registi afroamericani durante la awards season e nella lotta per ottenere la nomination agli Academy, il vincitore dell’Oscar alla carriera Spike Lee con il suo BlacKkKlansman sembra avere tutte le carte in carta per battere la concorrenza di Steve McQueen, Barry Jenkins e l’early contender Ryan Coogler. McQueen e Jenkins, al contrario di Coogler, sono ancora in corsa per rientrare tra i candidati, infatti le loro prove dietro la macchina da presa in Widows – Eredità criminale e Se la strada potesse parlare potrebbero sorprenderci e competere per la statuetta che verrà assegnata il prossimo febbraio. Tra le valide alternative alla nostra ipotetica cinquina poi si trovano anche Adam McKay con il suo dramma politico Vice, ancora inedito in America, e Joel Edgerton con il suo film a tema lgbt Boy Erased.
Predizioni
Alfonso Cuaron – Roma
Yorgos Lanthimos – La favorita
Damien Chazelle – First Man
Spike Lee – BlacKkKlansman
Bradley Cooper – A Star Is Born
Alternative 
Clint Eastwood – The Mule
Steve McQueen – Widows
Adam McKay – Vice
Barry Jenkins – Se la strada potesse parlare
Joel Edgerton – Boy Erased