23 gennaio 2016

Non sottovalutate i PGA AWARDS!


Di Simone Fabriziani

Stanotte è il momento dell'annuncio del secondo Sindacato hollywoodiano, forse quello peculiarmente più importante: il PGA (Producers Guild Award), il Sindacato dei Produttori.
Perché vi consigliamo di non sottovalutare la scelta di questa notte? 
Dal 2009, anno in cui anche la Producers Guild ha abbracciato come modalità di votazione il sistema preferenziale adottato anche dall'Academy, il Sindacato ad oggi (ma forse stanotte la scelta potrebbe cambiare il corso della Awards Season) non ha mai errato il titolo poi riconfermato dall'Academy con la statuetta principale.

facciamo un brevissimo excursus della corrispondenza PGA/Oscar dal 2009 (anno dell'adozione del sistema di voto preferenziale) ad oggi:

2009

PGA The Hurt Locker  Oscar The Hurt Locker

2010

PGA Il Discorso del Re  Oscar Il Discorso del Re

2011

PGA The Artist  Oscar The Artist

2012

PGA Argo  Oscar Argo

2013

PGA 12 Anni Schiavo/Gravity  Oscar 12 Anni Schiavo*

2014

PGA Birdman  Oscar Birdman

*Il 2013 ha segnato un'eccezione storia per la PGA: il primo ex-aequo della loro storia (ma all'Academy non può accadere per la categoria del Miglior Film per regolamentazione ufficiale), che in ogni caso ha confermao lo "split" di quell'anno: 12 Anni Schiavo come Film e Gravity come Regia.

E quest'anno chi vincerà l'ambito riconoscimento di un Sindacato tra l'altro composto da più di 7000 membri votanti?
Ricordiamo i dieci titoli candidati:

The Big Short
Bridge of Spies
Brooklyn
Ex Machina
Mad Max: Fury Road
The Martian
The Revenant
Sicario
Spotlight
Straight Outta Compton

Con l'adozione del sistema preferenziale di voti, è difficile che un titolo che riceva più numeri uno venga premiato, ma viene invece riconosciuto paradossalmente il titolo che nelle liste dei votanti ha ricevuto più numeri due e tre, rispecchiando dunque  il "consenso" generale e non le singole pellicole che raggiungo necessariamente la prima posizione nella lista da 10 a 1 in ordine di preferenza appunto.
Mettendo in conto anche il fatto che stiamo vivendo un'annata estremamente combattuta, riteniamo che addirittura quattro siano i titoli in competizione per il titolo: Spotlight, The Revenant, The Big Short e Mad Max: Fury Road; con il sistema preferenziale potrebbero essere favoriti essenzialmente questi titoli, quelli più "caldi" poi anche per l'Oscar.
Chi vincerà e si conquisterà lo scettro di "favorito" parziale dell'industria hollywoodiana?

Ecco la nostra scommessa: 
Vincerà: The Revenant
Potrebbe Vincere: Spotlight

E la vostra "grande scommessa" per il Premio dei produttori per stanotte qual'è?





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...