29 agosto 2017

Liam Neeson nel primo trailer di 'Mark Felt: The Man Who Brought Down the White House'

Di Gabriele La Spina

Il regista di Parkland e Zona d'ombra, porta nelle sale la storia di Mark Felt, colui che sotto il nome in codice di "Gola profonda" ha aiutato i giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein a scoprire lo scandalo Watergate nel 1974. E per il controverso ruolo, Peter Landesman, anche sceneggiatore della pellicola, sceglie Liam Neeson, attore che dopo un periodo di inscatolamento in ruoli di stampo action, vive una rinascita artistica.

Se infatti Neeson negli ultimi anni era conosciuto ai più per il ruolo del protagonista nella saga Taken, da cui sono derivati poi ingaggi simili in film come La preda perfetta e Run All Night, la recente partecipazione all'ispirata pellicola di Martin Scorsese, Silence, dove interpretava il ruolo di un prete missionario convertito in Giappone, è stato l'inizio di un'ulteriore piega nella sua carriera. Nominato nel 1994 all'Oscar per Schindler's List, l'attore fa parte di una lunga schiera di veterani senza l'appropriato riconoscimento.
Forse il biopic di Landersman potrebbe essere la sua occasione giusta, ma nel futuro di Neeson altri interessanti progetti si prospettano. Widows di Steve McQueen, dove affiancherà Colin Farrell, Carrie Coon e Viola Davis, e il thriller Marlowe, terzo film da regista per lo sceneggiatore di The Departed, William Monahan.

Mark Felt: The Man Who Brought Down the White House debutterà il mese prossimo al Toronto International Film Festival, per poi approdare nelle sale americane il 29 settembre.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...