15 marzo 2018

Tilda Swinton protagonista del nuovo film di Weerasethakul

Di Gabriele La Spina

Il regista tailandese vincitore della Palma d'Oro a Cannes nel 2010 per Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti, Apichatpong Weerasethakul dirigerà colei che con gli anni si è affermata come attrice anticonformista, votata in particolar modo al cinema d'autore, Tilda Swinton.  Una collaborazione inseguita dall'attrice per oltre un decennio, come rivela lei stessa in una recente intervista, una lunga discussione su un progetto intitolato Memoria.

Secondo quanto rivelato dall'attrice Memoria esplorerà la storia coloniale e come la paura possa manifestarsi dalla memoria collettiva. Nonostante sia la prima collaborazione tra la Swinton e il regista, i due sono amici da molto tempo e hanno anche curato insieme il film Yao Noi.
L'intervista ha inoltre toccato alcune delle filosofie personali della Swinton. Parlando di vita e arte, l'attrice dice: "Non capisco il senso della parola normale. Non so cosa significhi. Vedo solo i problemi che causano le persone e allo stesso modo penso che la parola bellezza sia anche problematica in quanto trovo difficile immaginare che non tutto sia bello".

La Swinton sarà il mese prossimo nelle sale come voce, nel nuovo film di Wes Anderson, L'isola dei cani, e a fine anno nell'atteso remake di Suspira diretto da Luca Guadagnino. Nel suo futuro vi è anche una nuova collaborazione con Jim Jarmush.

Fonte: The Playlist
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...