5 marzo 2018

Tutti i record degli Oscar 2018


Di Giulia Sinceri

La 90ª edizione della cerimonia degli Oscar si è conclusa, portando con sé alcune sorprese e conferme per quanto riguarda i vincitori. Tuttavia per alcuni film e attori conquistare una statuetta non comporta solo un riconoscimento prestigioso, ma significa anche battere un record. E durante questi Oscar 2018 ne sono stati battuti diversi.

Il record di cui si è parlato di più finora è quello di James Ivory, il quale ha vinto.per la Miglior Sceneggiatura non Originale del film Chiamami col tuo nome diretto da Luca Guadagnino. In questa maniera il regista 89enne di Camera con vista e Quel che resta del giorno è entrato negli annali in quanto persona più anziana ad aver vinto un Oscar competitivo (infatti in questo caso sono esclusi gli Oscar alla carriera). La sua si può definire di certo una doppia vittoria che in molti avevano pronosticato. Un trionfo inaspettato arriva invece dall'Oscar vinto da Kobe Bryant: esatto, proprio quel Kobe Bryant, uno dei giocatori di basket più forti della storia. In effetti Bryant ha vinto la statuetta per il corto animato Dear Basketball, basato sulla lettera che scrisse nel 2015 per annunciare il proprio ritiro. Bryant ha inventato e battuto un record allo stesso tempo, dato che la sua vittoria lo qualifica come il primo ex giocatore di basket professionista a vincere un Oscar: insomma, dopo le soddisfazioni nello sport ora è passato a quelle nel cinema. Anche se le critiche al riguardo non sono mancate, dato che l'ex sportivo anni fa fu accusato di stupro: ma l'Academy non l'avrebbe mai premiato se la vicenda non fosse stata archiviata senza passare nemmeno in tribunale, vista poi la grande e attuale attenzione sul tema della violenza delle donne.

A proposito di tale tema, ha sorpreso ma non troppo la vittoria al film La forma dell'acqua piuttosto che a Tre manifesti a Ebbing Missouri, che però ha permesso a Frances McDormand e Sam Rockwell di vincere rispettivamente come Migliore Attrice Protagonista e Miglior Attore non Protagonista. In tal modo i due hanno anche battuto un record, perché era dai tempi di Dallas Buyers Club che un solo film non faceva doppietta di Oscar per quanto riguarda le interpretazioni attoriali. Get Out, dal canto suo, è il primo horror/thriller a vincere un Oscar per la Miglior Sceneggiatura Originale da Il silenzio degli innocenti.

Concludiamo con una sorta di augurio: Allison Janney con la sua vittoria come Miglior Attrice non Protagonista diventa la quarta performer uscita da The Help a conquistare un Oscar (prima di lei ce l'hanno fatta Octavia Spencer, Emma Stone e Viola Davis). Manchi solo tu, Jessica Chastain!

Fonte: AwardsWatch
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...