30 maggio 2018

La ABC potrebbe resuscitare 'Pushing Daisies' con un revival

Di Gabriele La Spina

Basta un evento tremendamente negativo per scatenare a volte qualcosa di ben più positivo. È il caso della cancellazione della serie revival di Roseanne, nonostante il record di ascolti, eliminata dalla ABC a causa di un tweet razzista dell'attrice protagonista Roseanne Barr, da sempre supporter di Trump, scagliatasi contro Valerie Jarrett, consigliere dell'ex presidente Barack Obama. Una seconda stagione che non arriverà mai dunque, e un posto da colmare il prossimo autunno, quale migliore occasione per fa si che Pushing Daisies torni dal "regno dei morti" delle vecchie serie televisive?

Andata in onda tra il 2007 e il 2009, la serie che aveva come protagonisti Lee Pace, Ana Friel e Kristin Chenoweth, ci raccontava del giovane Ned il cui cane, Digby, muore investito da un grosso camion nei primi minuti della prima puntata del serial. In questa triste occasione Ned scopre di possedere il dono di riportare in vita gli esseri morti, ma ben presto il piccolo realizzerà che questa sua misteriosa dote ha degli effetti collaterali non trascurabili. Ned poteva resuscitare un essere vivente per meno di un minuto senza che questo avesse delle conseguenze, ma trascorso un secondo di più qualcun altro nelle vicinanze moriva al posto di ciò che era stato riportato in vita. Inoltre Ned poteva restituire la vita solo con il suo primo tocco, perché se solo sfiorava nuovamente l'essere che aveva resuscitato questo moriva per sempre. Dopo aver riportato in vita il suo cane e vari insetti, Ned impara a sue spese il crudele meccanismo che regola il suo dono: "Primo tocco la vita, secondo tocco la morte per sempre."
È Bryan Fuller, showrunner di American Gods, a suggerire prontamente con un tweet la sostituzione di Roseanne con Pushing Daisies. Si tratta indubbiamente di una serie dalle molteplici potenzialità, forse cancellata fin troppo presto. Accoglierà la richiesta la ABC?

Fonte: Deadline
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...