27.7.18

'Hereditary' è l'indie con il più alto incasso mondiale per A24

Di Gabriele La Spina

L'horror è ormai un genere che vive una nuova epoca d'oro, con veri capolavori del genere come Babadook, It Follows e The Witch, che lo hanno nuovamente innalzato a genere d'autore. Accade lo stesso a Hereditary di Ari Aster, che al contempo si tramuta inaspettatamente in una hit del boxoffice mondiale per A24.

Il film ha infatti incassato al momento la cifra record di 78 milioni di dollari, un numero altissimo per un horror indie a basso budget. Un numero sfiorato dalla A24 con altri rilasci a livello mondiale in passato, come il film vincitore dell'Oscar, Moonlgiht, e il nominato all'Oscar, Lady Bird. Quest'ultimo, prima di Hereditary, era il miglior risultato della casa di produzione distribuzione, con un incasso mondiale di 76 milioni di dollari. 

Si tratta di un fortissimo incentivo per Hereditary nella prossima stagione dei premi, soprattutto per la sua protagonista, Toni Collette, la cui presenza nella cinquina, se rafforzata da una campagna promozionale adeguata da parte di A24, potrebbe essere più che tangibile. Il film è da qualche giorno nelle sale italiane, e vede nel cast anche  Milly Shapiro e Gabriel Byrne. racconta della sinistra eredità che riceve la famiglia di Ellen, matriarca che ha da sempre nascosto terrificanti segreti sulla loro stirpe. Famiglia apparentemente normale, i Graham reagiscono alla morte della donna ognuno in maniera moto diversa. Annie, figlia della defunta, decide di partecipare a una terapia di gruppo, dove emergono i difficili rapporti con la madre, di cui non ha mai capito a pieno le intenzioni. Artista che lavora a casa, Annie si sta preparando a un'imminente mostra delle sue opere ed è solita sublimare le sue preoccupazioni nelle sue creazioni, case di bambole in miniatura. Suo marito Steve, invece, è un uomo premuroso ma spesso assente a causa del suo lavoro di psicoterapeuta. I due hanno anche due figli: Peter, un liceale che alle lezioni preferisce il divertimento con gli amici, e Charlie, che frequenta un corso di sostegno ed è solita passare il tempo nella casa sull'albero. Introversa, incredibilmente discreta e affetta da fobie sociali, è colei che è più disturbata dagli altri. Man mano che apprendono la verità, tutti i Graham si sentono sempre più come pedine in balia di invisibili forze oscure. Dopo aver fatto amicizia con Joan, una casalinga alle prese con un lutto, Annie viene poi da lei convinta a partecipare a una seduta spiritica, ignara della piega che prenderanno gli eventi.

Il film di Aster, che ancora dovrà essere rilasciato in Svezia e Hong Kong nei prossimi mesi (il numero è destinato dunque a salire ancora), sembra aver raggiunto i maggiori risultati in UK, dove A24, superando horror come Insidious, The Witch e Get Out, con 7.29 milioni di incasso. Negli USA il film ha incassato 44 milioni di dollari, piazzandosi comunque dietro a Lady Bird, maggiore incasso americano di A24 finora, con 48.9 milioni.

Fonte: Deadline