28.2.19

'The Irishman', Netflix potrebbe pianificare una wide release nelle sale Usa in autunno

Di Simone Fabriziani

Se la strategia utilizzata per Roma di Alfonso Cuaròn non ha funzionato per la campagna in dirittura di arrivo per l'Oscar al miglior film, la canzone potrebbe cambiare per l'attesissimo The Irishman, il film con il budget più alto per un prodotto originale Netflix (125 milioni di dollari), diretto dal premio Oscar Martin Scorsese.
Se il primo teaser trailer rivelava che l'uscita sul catalogo on demand e in sale selezionate arriverà soltanto in autunno (il che ci lascia presagire un debutto in un festival di fine anno), Netflix sembrerebbe intenzionata però a cambiare la strategia di marketing e di uscita per il pubblico del nuovo film di Martin Scorsese.

Se il Roma di Alfonso Cuaròn arrivò in sale selezionate in Usa settimane prima del debutto sul servizio di streaming, per The Irishman si starebbe pensando ad un'uscita regolare nelle sale cinematografiche statunitensi , ben prima dell'arrivo sul catalogo del film per tutti gli utenti abbonati; una vera e propria wide release che permetterebbe a tutte le catene di multisale Usa di programmare in maniera regolare e tradizionale il film, lasciando aperta un'ampia finestra di tempo tra l'uscita in sala e il debutto in streaming; sta però di fatto che Netflix, anche per Roma, non ha rilasciato i dati degli incassi della limited release, segnale che, pur essendo a tutti gli effetti una nuova major hollywoodiana, ancora non vuole giocare ad esserla nella maniera più tradizionale. Che The Irishman sia il punto di svolta della politica della release date per i film originali targato Netflix?

Fonte: The Playlist