18.3.19

'Green Book' è il secondo incasso italiano degli ultimi 15 anni per un film vincitore dell'Oscar

Di Simone Fabriziani

Il film co-scritto e diretto dal premio Oscar Peter Farrelly vincitore di ben tre statuette all'ultima edizione degli Academy Awards, tra cui il premio maggiore, è entrato nel podio dei maggiori incassi italiani degli ultimi 15 anni per lungometraggi vincitori della statuetta al miglior film.
Sfiorando i 9 milioni di euro di incasso, Green Book supera gli 8,7 milioni incassati nel 2011 da Il discorso del re e si appresta a raggiungere i 9,4 milioni di The Departed - Il bene e il male di Martin Scorsese. Di seguito il comunicato stampa di Eagle Picuresa, casa di distribuzione italiana che ha portato il film con Viggo Mortensen e Mahershala Ali in Italia con enorme successo:

Superati gli 8,7 milioni di euro de Il discorso del Re, distribuito sempre da Eagle Pictures nel 2011, Green Book diventa il maggiore incasso degli ultimi anni tra le pellicole vincitrici dell’Oscar® come Miglior Film, avviandosi a superare i 9,4 milioni di The Departed – Il bene e il male, uscito in Italia nel 2006.
Vincitore di 3 Premi Oscar® per il Miglior Attore Non Protagonista, Migliore Sceneggiatura Originale e Miglior Film, Green Book è uscito in Italia il 31 gennaio, il titolo acquisito da Eagle Pictures e Leone Film Group,  e dopo sette settimane è ancora programmato con grande successo in oltre 260 schermi.
Al momento Green Book è il terzo film più visto in Italia nel 2019 dopo Ralph Spacca Internet di Disney e Aquaman di Warner, posizionando Eagle Pictures al primo posto tra le distribuzioni indipendenti italiane.
Ispirato alla storia vera di Tony Lip, padre dello sceneggiatore Nick Vallelonga, racconta l’inaspettata l'amicizia tra un buttafuori italoamericano e un pianista afroamericano nell'America negli anni sessanta.