Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post

11.11.19

Le Mans '66 - La grande sfida - La recensione del film con Christian Bale e Matt Damon

Di Massimo Vozza

Dopo il grande successo di Logan le aspettative nei confronti del regista James Mangold si sono decisamente alzate e perciò risulta abbastanza frustrante che il suo nuovo film appaia nella sua totalità un passo indietro, seppur piccolo. Nel raccontare la corsa (letteralmente) al raggiungimento del sogno americano, il registra dimostra ancora una volta di conoscere più che discretamente la macchina cinematografica ma lo fa sulla base di una sceneggiatura superficiale.

4.11.19

Parasite - La recensione del film di Bong Joon-ho vincitore della Palma d'Oro 2019

Di Simone Fabriziani

Tutta la famiglia di Ki-taek è senza lavoro. Ki-taek è particolarmente interessata allo stile di vita della ricchissima famiglia Park. Un giorno, suo figlio riesce a farsi assumere dai Park e le due famiglie si ritrovano così intrecciate da una serie di eventi incontrollabili. Il film più premiato del 2019 è anche il film più sorprendente dell'anno; arriva nelle sale italiane Parasite, vincitore della Palma d'Oro all'ultimo festival di Cannes.

30.10.19

Terminator: Destino oscuro - La recensione del sequel con Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton

Di Dario Ghezzi

Dal 2042 piomba direttamente su Città del Messico Grace, un’umana potenziata che viene dal futuro per proteggere Dany Ramos, una ragazza che rappresenta la speranza per il futuro e che è nelle mire di un Rev-9, un Terminator che ha il compito di ucciderla.
A questo punto, scatterà la lotta sa sopravvivenza capace di riportare in campo anche Sarah Connor, l’eroina che tanti anni prima sventò l’apocalisse, che ora è determinata a uccidere tutti gli androidi per colmare il dolore di una perdita.

29.10.19

La famiglia Addams - La recensione del cartoon con le voci originali di Charlize Theron e Allison Janney

Di Anna Martignoni

La Famiglia Addams vive ormai da tredici anni arroccata nella tetra ma maestosa villa su una collina del New Jersey. Gomez e Morticia sono in fermento perché da lì a poco tempo ci sarà una grande riunione di famiglia, che vedrà il piccolo Pugsley impegnato nella tradizionale arte della Mazurca. Gli Addams non hanno però tenuto conto di Margaux Needler, la conduttrice di un reality show sul mondo immobiliare che sta comprando e rivendendo tutte le case della città, e adesso ha messo gli occhi proprio su Villa Addams.

27.10.19

Roma 2019: Share - La recensione del film di formazione dell'era Me Too firmato da Pippa Bianco

Di Daniele Ambrosini

Presentato all'ultima edizione del Sundance Film Festival, Share è stato uno dei film più apprezzati della manifestazione, dalla quale è uscito vincitore di due premi, uno per la sceneggiatura ed uno per la sua protagonista, Rhianne Barreto. Prodotto da A24, Share ha seguito le orme di Native Son, saltando l'uscita in sala ed arrivando direttamente su HBO, in Italia seguirà un iter simile, approdando su Sky Cinema il 6 novembre, subito dopo il passaggio alla Festa del Cinema di Roma. 

Roma 2019: Tornare - La recensione del disastroso film di Cristina Comencini

Di Daniele Ambrosini

Cristina Comencini, candidata all'Oscar al miglior film straniero nel 2005 grazie a La bestia nel cuore, torna sul grande schermo con il suo ultimo film, intitolato Tornare, presentato in occasione della Festa Del Cinema di Roma dove è stato selezionato come film di chiusura della manifestazione.

26.10.19

Roma 2019: La famosa invasione degli orsi in Sicilia - La recensione del film animato di Lorenzo Mattotti

Di Massimo Vozza

Dopo il successo ottenuto dal lungometraggio d’animazione Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, presentato a Venezia nella sezione Orizzonti nel 2017, il nostro paese ha deciso di produrre, insieme alla Francia, presentandolo questa volta a Cannes nella sezione Un Certain Regard e riproponendolo alla Festa del Cinema di Roma in Alice della città, un altro adattamento animato di un classico letterario italiano anche se contemporaneo ossia La famosa invasione degli orsi in Sicilia, nella sua versione filmica diretto da Lorenzo Mattotti. Il libro e il film narrano le vicende di un gruppo di orsi che vive sulle montagne siciliane sotto la guida di Re Leonzio al quale un giorno viene rapito il figlio Tonio, dando così inizio a una serie di peripezie che li porteranno a incontrarsi con gli umani con i quali tenteranno di stabilire un rapporto di convivenza.

Dolemite Is My Name - La recensione del film originale Netflix con un ritrovato Eddie Murphy

Di Simone Fabriziani

La vera storia di come l'attore comico Rudy Ray Moore abbia trovato il successo cambiando genere cinematografico e, oramai non più giovanissimo, diventando una leggenda con il personaggio di Dolemite, simbolo della Blaxploitation degli anni Settanta. A partire dal 25 ottobre arriva sul catalogo on demand di Netflix l'acclamato Dolemite Is My Name, film biografico diretto da Craig Brewer (Hustle & Flow, Footloose, la serie Empire).

25.10.19

Roma 2019: Light of My Life - La recensione del delicato survival drama diretto e interpretato da Casey Affleck

Di Daniele Ambrosini

Dopo aver esordito alla regia nel lontano 2010 con lo stravagante mockumentary Joaquin Phoenix - Io sono qui!, con protagonista l'allora cognato, molto è successo nella vita di Casey Affleck, dal premio Oscar vinto per Manchester by the Sea alle accuse di molestie proprio sul set di quella prima esperienza dietro la macchina da presa. Ed ora, a quasi dieci anni di distanza, Affleck ha deciso di realizzare il suo primo film (interamente) di finzione, Light of My Life.

Roma 2019: The Vast of Night - La recensione del film di fantascienza che omaggia gli anni '50

Di Daniele Ambrosini

Siamo nella seconda metà degli anni '50, in una piccola cittadina del New Mexico, in una serata apparentemente come le altre quando, a partire da un piccolo indizio, due ragazzi rivelano una cospirazione governativa. Una partita di basket tiene impegnata buona parte della città quella sera, ma non Everett, benvoluto ed ambizioso nerd locale impegnato nella conduzione del suo programma radiofonico in una piccola stazione radio, e Fay, che invece deve lavorare presso il centralino locale. Una strana interferenza disturba le comunicazioni, così Fay decide di farla sentire ad Everett, che non essendo in grado di dirle di cosa si tratti, decide di trasmetterla via radio. Un ascoltatore misterioso pensa di avere la risposta ai loro dubbi, ma quello che racconterà loro scoperchierà un vaso di Pandora che comprende anni di operazioni segrete e insabbiamenti da parte del governo.

23.10.19

Roma 2019: Le ragazze di Wall Street - La recensione del film del film con Jennifer Lopez e Constance Wu

Di Daniele Ambrosini

Dopo essere stato applaudito al Festival di Toronto, dove si è imposto come uno dei titoli più chiacchierati della manifestazione, ed aver incassato più di 100 milioni di dollari su suolo americano, Hustler (che per il mercato italiano diventa Le ragazze di Wall Street - Business is Business) approda alla Festa del Cinema di Roma e si prepara per l'arrivo nelle sale cinematografiche italiane.

Roma 2019: The Irishman - La recensione del gangster movie crepuscolare diretto da Martin Scorsese

Di Simone Fabriziani

Frank Sheeran, veterano della Seconda guerra mondiale e sindacalista con connessioni con la mafia, ricorda il suo possibile coinvolgimento nell'uccisione di Jimmy Hoffa, un leader sindacalista americano. Dagli anni '60 con l'assassinio Kennedy fino ai giorni nostri, la grande (e piccola) storia degli Stati Uniti d'America passa in rassegna di fronte agli occhi del malavitoso Sheeran in The Irishman, nuova pietra miliare nella carriera dietro la macchina da presa del premio Oscar Martin Scorsese.

Roma 2019: Antigone - La recensione del candidato canadese agli Oscar 2020

Di Massimo Vozza

Reinterpretare o trasporre i classici greci non è una novità nella storia dell’arte in generale, e il cinema non è stato da meno. Il rischio corso però è stato, di volta in volta, quello o di snaturare eccessivamente la vicenda originale oppure di restarle eccessivamente attaccati rischiando di perdere di vista il contesto contemporaneo al quale la nuova versione è rivolta (da un punto di vista sia estetico che narrativo). Ci sono però a volte delle eccezioni, capaci di trovare la giusta chiave, verrebbe da dire un compromesso, ed emergere raggiungendo e toccando emozionalmente il pubblico. Il pregio di Antigone (pronunciato alla francese) è proprio questo.

Roma 2019: Waves - La recensione del dramma familiare di Trey Edward Shults

Di Daniele Ambrosini

Trey Edward Shults con i suoi trentun'anni d'età è sicuramente uno dei giovani autori più interessanti del panorama indie americano, se non addirittura del panorama mondiale. Nel 2015 il folgorante esordio con il dramma (parzialmente) autobiografico Krisha, a cui è seguito due anni più tardi l'horror distopico It Comes at Night, e adesso arriva Waves, dramma familiare in due tempi presentato ed applaudito all'ultimo Telluride Film Festival che riporta il regista alle sue origini e allo stesso tempo gli permette di fare un passo in avanti, in una direzione inedita.

Finché morte non ci separi - La recensione della black comedy horror con Samara Weaving

Di Giuseppe Fadda

L'horror e la commedia nera sono sempre stati due generi compatibili, sin dalla loro nascita. Negli ultimi anni, grazie al contributo di Jordan Peele, sembra essersi riacceso l'interesse per le commedie horror che mettono in luce problematiche sociali, come Get Out e Noi. Finché morte non ci separi, diretto da Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett (registi dell'apprezzato horror Southbound), si pone sulla scia dei film sopracitati ma con una sostanziale differenza. Get Out e Noi mettevano in scena una vera e propria analisi sociale, allegorica e iperbolica ma visceralmente connessa alla realtà, di temi quali il sottile razzismo della società americana, anche tra le schiere apparentemente progressiste, e il modo in cui classismo influisce radicalmente sulla crescita delle persone.

22.10.19

Roma 2019: Judy - La recensione del biopic con una strepitosa Renée Zellweger

Di Simone Fabriziani

Judy Garland, leggendaria artista, nel 1968 arriva a Londra per tenere una serie di concerti. Per lei si tratta di un periodo non felice: la sua situazione finanziaria non è delle migliori e la sua vita privata è un completo disastro. Da una sceneggiatura firmata da Tom Edge ed ispirata alla piéce teatrale di Broadway "End of the Rainbow" di Peter Quilter, arriva prossimamente nelle sale italiane Judy. Dirige il regista britannico Rupert Goold. (The Hollow Crown, True Story).

Roma 2019: La famiglia Addams - La recensione del remake animato targato MGM

Di Daniele Ambrosini

La lugubre famiglia Addams torna sul grande schermo con un nuovo film, questa volta animato, targato MGM, diretto da Greg Tiernan e Conrad Vernon, i registi dietro l'irriverente Sausage Party - Vita segreta di una salsiccia

Roma 2019: Pupazzi alla riscossa - UglyDolls - La recensione del film animato del regista di Shrek 2

Di Daniele Ambrosini

In Pupazzi alla riscossa - UglyDolls i giocattoli conformi agli standard escono dalla fabbrica e finiscono in un istituto dove vengono addestrati e preparati per il Grande Mondo, ovvero per essere assegnati al loro bambino; ma i giocattoli con degli errori di produzione, finiscono in un luogo separato chiamato Uglyville. Le bambole di Uglyville vivono felici, ma separate dal resto del mondo, una di loro, Moxy, sogna il Grande Mondo, ma tutti gli altri sono convinti sia solo una leggenda. Un giorno, Moxy e i suoi amici trovano un passaggio che li porta nell'istituto di Perfezione, dove il meschino giocattolo che ne è capo, Lou, tenterà di ostacolarli in ogni modo e di riportarli ad Uglyville.

21.10.19

Roma 2019: Military Wives - La recensione del feel good movie con Kristin Scott Thomas

Di Daniele Ambrosini

Il regista candidato all'Oscar per Full Monty Peter Cattaneo torna dietro la macchina da presa a distanza di più di dieci anni dal suo ultimo lavoro per il grande schermo, il poco apprezzato The Rocker - Il batterista nudo, con una commedia leggera e carica di british humour destinata a conquistare il cuore degli spettatori.

Roma 2019: Honey Boy - La recensione del film scritto ed interpretato da Shia LaBeouf

Di Massimo Vozza

Presentato a gennaio al Sundance Film Festival, approda in Italia nella selezione ufficiale della 14° Festa del Cinema di Roma il primo lungometraggio scritto da Shia LaBeouf, basato sulla sua infanzia e in particolare modo sul rapporto con il proprio padre che ha deciso di interpretare personalmente.