Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Recensioni Film. Mostra tutti i post

23.5.19

Rocketman - La recensione del film-concerto sulla vita di Elton John presentato a Cannes

Di Simone Fabriziani

Fortemente voluto dalla rockstar britannica vincitrice dell'Oscar Elton John e in cantiere per anni, finalmente arriva nelle sale italiane a partire dal 30 maggio il film biografico Rocketman, una distribuzione Paramount Pictures sul territorio nordamericano che racconta la storia della vita del cantautore Elton John, dai suoi prodigiosi primi passi alla Royal Academy of Music alla sua duratura collaborazione con Bernie Taupin. Dirige il regista britannico Dexter Fletcher, già dietro il completamento delle ultime riprese del successo al botteghino di Bohemian Rhapsody.

22.5.19

L'angelo del male - Brightburn - La recensione dell'atipico horror prodotto da James Gunn

Di Daniele Ambrosini

E se Superman fosse cattivo? Una premessa molto interessante quella di Brightburn, da noi L'angelo del male, che, però, è un po' fuorviante per comprendere la vera natura del film stesso. Certo, a livello di marketing spacciare Brightburn per un semplice what if sul famigerato supereroe, o qualcuno come lui, è una mossa molto intelligente e, probabilmente, pagherà in termini di ritorno economico, ma il film di David Yarovesky è molto di più nella misura in cui è un'ottima riflessioni sulle potenzialità di un certo cinema di genere.

Aladdin - La recensione del live-action Disney diretto da Guy Ritchie con Will Smith

Di Simone Fabriziani

Aladdin è uno sfortunato ma adorabile ragazzo di strada, innamorato della bellissima principessa Jasmine, la figlia del Sultano di Agrabah. Per poter realizzare il suo sogno potrà contare sul sostegno del Genio, creatura magica con il potere di esaudire tre desideri per chiunque entri in possesso della sua lampada magica, ma dovrà anche sconfiggere Jafar, il malvagio stregone che mira al potere sul regno di Agrabah.  Da mercoledì 22 maggio arriva nelle sale italiane Aladdin, ennesimo live-action targato Walt Disney Pictures, stavolta con il privilegio della cabina di regia affidata all'adrenalinico regista britannico Guy Ritchie.

14.5.19

John Wick 3 - Parabellum - La recensione del sequel con Keanu Reeves

Di Daniele Ambrosini

"Chiunque arrivera, io lo ammazzerò. Ammazzerò tutti". Così ci aveva lasciati John Wick alla fine del secondo capitolo, con un monito valido tanto per i suoi nemici quanto per gli spettatori. E, almeno sotto questo punto di vista non si può certo dire che le aspettative siano state disattese, anzi, Parabellum porta il gioco a tutto un altro livello, costringendo il killer più famoso del cinema contemporaneo a sfoderare tutte le sue abilità e a fare una mai così gloriosa carneficina.

13.5.19

Attenti a quelle due - La recensione della commedia con Anne Hathaway e Rebel Wilson

Di Anna Martignoni

Nell’incantevole località di Beaumont-sur-Mer vive Josephine Chesterfield, donna dai modi raffinati ed estremamente affascinante capace di abbindolare qualsiasi uomo di mezza età col fine di derubarlo; grazie anche all’aiuto dei suoi complici, un maggiordomo e una poliziotta corrotta, Josephine ha costruito un vero e proprio impero, ben difeso entro le mura della sua proprietà milionaria. La donna però non sa che da lì a poco irromperà nei suoi piani la caotica Penny Rust, un’australiana dai modi piuttosto rozzi ma altrettanto esperta nel truffare gli uomini. Minacciata da questa nuova e ingombrante presenza, Josephine decide di sfidare Penny per un ultimo grande colpo ai danni di un giovane e ricco nerd dell’informatica.

8.5.19

Red Joan - La recensione in anteprima dello spy drama con Judi Dench

Di Giuseppe Fadda

Alla maggior parte delle persone il nome di Melita Norwood non dirà nulla. Ma è proprio questa donna inglese, venuta a mancare nel 2005, la base per il romanzo Red Joan e per la sua omonima trasposizione cinematografica, diretta da Trevor Nunn. Melita era nata nel 1912 e dal 1932 al 1972 lavorò come segretaria presso la British Non-Ferrous Metals Research Association. Nel frattempo, si sposò con un professore ed ebbe una figlia. Poi, nel 1999, ecco la scoperta clamorosa: per 35 dei 40 anni di lavoro presso la B.N.F.M.R.A., Melita era stata una spia del KBG, colpevole di aver consegnato ai russi un'enorme quantità di documenti top secret - tra cui la ricerca che permise all'URSS di replicare la bomba atomica. Poiché aveva già 87 anni, Melita non fu mai processata per le sue azioni.

24.4.19

Avengers: Endgame - La recensione dell'epica conclusione della saga Marvel Studios

Di Simone Fabriziani

Metà degli esseri viventi nell'universo sono stati spazzati via dagli eventi scatenati da Thanos, che ha colpito anche il team degli Avengers. Un unico futuro sembra ormai possibile ma gli Avengers e i loro alleati supereroi proveranno ad annullare il potere distruttivo delle Gemme dell'Infinito. Da mercoledì 24 aprile arriva nelle sale italiane Avengers: Endgame, ambizioso culmine della saga cinematografica più redditizia degli ultimi dieci anni la cui prima parte da record Avengers: Infinity War è arrivata lo scorso anno con enorme successo di pubblico e critica.

23.4.19

Un'altra vita - Mug - La recensione del film diretto da Malgorzata Szumowska vincitore alla Berlinale

Di Anna Martignoni

Jacek vive e lavora in un piccolo paese della Polonia al confine con la Germania ma sogna un futuro in Inghilterra; ama la musica metal, il suo fidato amico a quattro zampe e la sua ragazza Dagmara a cui chiede di diventare sua moglie. Tutto sembra andare per il verso giusto nel cantiere edile di Jacek, dove si lavora per costruire la più grande statua al mondo raffigurante Gesù; tuttavia, dopo un grave incidente avvenuto proprio sul luogo di lavoro che lo lascia sfigurato, il protagonista è costretto a subire il primo intervento di trapianto facciale della Polonia e la sua vita cambierà per sempre. 

17.4.19

Il ragazzo che diventerà re - La recensione del fantasy medioevale inglese

Di Daniele Ambrosini

Il ragazzo che diventerà re parte dalla mitologia e dal folklore inglese per creare un film d'avventura per famiglie come non se ne fanno più. Il secondo film da regista di Joe Cornish, dopo la commedia fantascientifica Attack the Block, è un film d'altri tempi, che riporta alla memoria titoli come I Goonies, Jumanji e tanto cinema per ragazzi anni '80 e '90, un film di formazione gentile e delicato, pronto a diventare un cult per le generazioni a venire, nonostante il box office disastroso. 

11.4.19

Wonder Park - La recensione del film d'animazione di Nickelodeon

Di Massimo Vozza

L’emittente televisiva americana per piccoli e piccolissimi Nickelodeon tenta il successo sul grande schermo con il lungometraggio animato Wonder Park, tentando il più possibile di adattarsi alla spettacolarizzazione della sala ma dimenticandosi di allargare il suo pubblico di riferimento, puntando sul sicuro, ossia su una storia estremamente semplicistica seppur efficace.

Hellboy - La recensione del reboot di Neil Marshall con David Harbour

Di Dario Ghezzi

Hellboy è il migliore agente del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) e protegge la terra dalle più pericolose forze demoniache. Viene chiamato in Inghilterra per dare la caccia a tre giganti che minacciano il Paese ma proprio lì, il supereroe demoniaco scoprirà della volontà di un suo vecchio nemico di far resuscitare la strega Nimue, la Regina di Sangue, che vuole scatenare l’inferno sulla terra, coinvolgendo lo stesso Hellboy, pronto finalmente a scoprire le sue radici.

8.4.19

Cafarnao - Caos e miracoli - La recensione del film di Nadine Labaki premiato a Cannes e candidato all'Oscar

Di Simone Fabriziani

Zain, un dodicenne, si ribella contro la vita che gli è stata imposta e avvia una causa legale contro i suoi genitori per averlo messo al mondo. Sta così reclamando dignità per se stesso e per tutti coloro che sono stati privati dei diritti più elementari. Da giovedì 11 aprile arriva nelle sale italiane con la distribuzione di Lucky Red Cafarnao, il nuovo film diretto dalla acclamata regista libanese Nadine Labaki.

4.4.19

Book Club - La recensione della commedia con Jane Fonda e Diane Keaton

Di Giuseppe Fadda

Jane Fonda, Diane Keaton, Candice BergenMary Steenburgen. Se non è questo il cast ideale per una commedia, allora non ne esiste uno. Queste quattro attrici hanno già dimostrato più volte di essere capaci di divertire un pubblico: come dimenticare Jane Fonda in Dalle 9 alle 5... Orario continuato e Diane Keaton nelle sue collaborazioni con Woody Allen?

1.4.19

Noi - La recensione del capolavoro horror di Jordan Peele

Di Simone Fabriziani

Adelaide Wilson (Lupita Nyong'o) torna nella sua casa d'infanzia sulla spiaggia con il marito Gabe (Winston Duke) e i loro due figli per un'idilliaca vacanza estiva. Perseguitata da un trauma inspiegabile e irrisolto del suo passato e tormentata da una serie di inquietanti coincidenze, Adelaide cade in uno stato di paranoia sempre più crescente mentre prende consapevolezza che qualcosa di brutto possa accadere alla sua famiglia.

29.3.19

Shazam! - La recensione del cinecomic DC con Zachary Levi

Di Massimo Vozza

Con questo nuovo titolo diretto da David F. Sandberg, la DC Entertainment prende al suono di una sola parola, per la prima volta coerentemente e senza sbavature, una direzione diversa, più leggera e votata all’intrattenimento (di qualità): quella parola è Shazam!

27.3.19

Captive State - La recensione in anteprima del thriller distopico con John Goodman

Di Giuseppe Fadda

Il primo film di Ruper Wyatt, Prison Escape (2008), è stato ritenuto dalla critica un efficace film d'esordio. Il secondo, il reboot L'alba del pianeta delle scimmie (2011), è stato un successo di critica e botteghino. Il terzo, The Gambler (2014), è stato accolto tiepidamente salvo per l'interpretazione di Jessica Lange. Neanche la sua ultima opera, Captive State (2019), ha trovato un consenso unanime da parte della critica: ed è vero, di fatto Captive State è un film imperfetto che con alcuni accorgimenti avrebbe potuto essere migliore. Ma è anche un film da non sottovalutare: malgrado i suoi difetti, è un'opera sicura di sé, con un preciso progetto stilistico e tematico. E la vena ribelle, contestatrice e sottilmente polemica che la percorre nella sua interezza è semplicemente irresistibile.

Una giusta causa - La recensione del film biografico con Felicity Jones

Di Anna Martignoni

È il 1956 quando Ruth Bader Ginsburg viene accettata, insieme a poche altre ragazze, alla prestigiosa facoltà di giurisprudenza dell’Università di Harvard. Laureatasi a pieni voti, la Bader Ginsburg ha però difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro, poiché tutti gli studi legali in cui fa domanda non ammettono donne nei loro uffici. La giovane accetta così di insegnare legge all’università: per molto tempo si divide tra lavoro e famiglia fino a quando, grazie anche al marito avvocato, Ruth troverà l’occasione di riscatto personale portando in aula un caso di discriminazione nei confronti di un uomo. 

Dumbo - La recensione del live-action Disney diretto da Tim Burton

Di Simone Fabriziani

Holt Farrier (Colin Farrell), un ex divo del circo, trova il suo mondo sconvolto al rientro dalla guerra. Max Medici (Danny DeVito), il proprietario di un circo, gli offre la possibilità di prendersi cura di Dumbo, un elefante appena nato le cui grosse orecchie rappresentano un'attrazione. Quando però i bambini di Holt scoprono che Dumbo può volare, il persuasivo impresario V.A. Vandevere (Michael Keaton) e la trapezista Colette Marchant (Eva Green) tentano di trasformare l'animale in una star. Arriva nelle sale italiane giovedì 28 marzo con Walt Disney Pictures il Dumbo diretto dall'immaginifico regista Tim Burton.

20.3.19

La conseguenza - La recensione del dramma con Keira Knightley e Alexander Skarsgard

Di Massimo Vozza

Amburgo, inverno 1946. L’ufficiale dell’esercito britannico Lewis Morgan (Jason Clarke), incaricato di ricostruire la città distrutta dall’incendio del ‘43, si ricongiunge con la moglie Rachael (Keira Knightley) e insieme vanno ad abitare nella dimora dell’architetto tedesco Stefan Lubert (Alexander Skarsgard), vedovo e con una figlia adolescente, Frieda; Lewis prende la decisione di non abbandonare il precedente proprietario in difficoltà, dando così inizio a una convivenza che, nonostante una burrascosa partenza, porterà alla nascita di un sentimento tra Rachael e Stefan, i quali scopriranno di condividere similari ferite: le conseguenze della devastante seconda guerra mondiale.

Ricordi? - La recensione del nuovo film di Valerio Mieli con Luca Marinelli

Di Giuseppe Fadda

I ricordi sono ingannevoli. Gli avvenimenti non ci restano mai impressi esattamente come sono, ma risentono necessariamente delle emozioni che vi associamo. Un piccolo dettaglio che ci ha intristito può caratterizzare negativamente il ricordo di un'intera serata, che magari non è stata neanche così triste. Al contrario, un piccolo momento felice può farci ricordare con affetto un episodio che in realtà potrebbe non essere stato così speciale. Più che ingannevoli, i ricordi sono relativi: uno stesso avvenimento può rappresentare un ricordo felice e sereno per qualcuno ma deprimente per qualcun altro.